Attivisti climatici voleranno con droni all’aeroporto di Heathrow di Londra

dji_droni_enterprise-aeroscope

Gli attivisti del cambiamento climatico sperano di interrompere i voli nel secondo aeroporto più trafficato del mondo. Un misterioso pilota di droni ha causato il caos nel vicino aeroporto di Gatwick alla fine dell’anno scorso. Come prevenire queste azioni con Aeroscope Stationary

Attivisti climatici britannici faranno volare droni intorno all’aeroporto di Heathrow nel tentativo di interrompere il servizio, hanno annunciato giovedì.

Il gruppo Heathrow Pause spera di interrompere i voli per protestare contro l’espansione del principale hub dell’aviazione.

Voleranno droni all’altezza della testa, lontano dalle piste, ma nell’area di restrizione dell’aeroporto.

“Dal 13 settembre, sfrutteremo una falla nel sistema di sicurezza dell’aeroporto di Heathrow e piloteremo droni giocattolo all’interno della sua zona riservata”, ha detto il gruppo.

“Siamo consapevoli che le autorità dell’aeroporto risponderanno lasciando a terra tutti i voli”, ha affermato. “I droni non saranno fatti volare sulle rotte di volo e non ci sarà alcun rischio di danni a nessuno”, ha detto il gruppo in una nota.

Il gruppo prevede di incontrare le autorità venerdì per discutere il piano. Tuttavia, Heathrow ha risposto, dicendo che l’azione è controproducente.

“Siamo d’accordo con la necessità di agire sui cambiamenti climatici. Si tratta di una questione globale che richiede un impegno e un’azione costruttivi. Commettere reati e interrompere i passeggeri è controproducente”, ha affermato un portavoce del più grande aeroporto europeo.

“L’atto di pilotare droni entro 5 km da un aeroporto è illegale perché comporta dei rischi. Lavoreremo a stretto contatto con la Met Police e altre autorità per gestire e mitigare qualsiasi impatto che ciò possa causare.”

Caos a Gatwick

Un drone errante ha causato il caos nel vicino aeroporto di Gatwick nel dicembre dello scorso anno. Per tre giorni, la costante ricomparsa di un drone nello spazio aereo dell’aeroporto ha portato alla cancellazione o alla deviazione di circa 1.000 voli.

Il gruppo ha legami con Extinction Rebellion, uno sforzo globale per sensibilizzare sulla crisi climatica globale.

dji droni enterprise

Una delle partecipanti all’azione, Valerie Milner-Brown, ha detto in una dichiarazione che sapeva che la trovata era illegale, ma che era necessario intraprendere un’azione per fermare quello che lei ha definito l’impatto “catastrofico” dei cambiamenti climatici.

“Sono una cittadina rispettosa della legge, ma anche una madre e una nonna. Non voglio infrangere la legge, non voglio andare in prigione, ma in questo momento noi, come specie, stiamo andando oltre il limite di una scogliera.

“Dobbiamo ridurre le emissioni in questo momento o affrontare una catastrofe diffusa su un pianeta sempre più inabitabile. L’aeroporto di Heathrow emette 18 milioni di tonnellate di CO2 all’anno. È di più che nella maggior parte dei paesi. Una terza pista produrrà ulteriori 7,3 milioni di tonnellate di CO2.

“Per tutta la vita, ora e in futuro, dobbiamo agire. Sono terrorizzata, ma se questo è ciò che servirà per far svegliare politici, imprenditori e media, allora sono pronta ad agire e far fronte alle conseguenze”, ha aggiunto Milner-Brown.

Aeroscope Stationary è una unità fissa che va installata negli aeroporti e riceve i dati trasmessi dai droni in diversi formati e invia poi le informazioni ad una piattaforma di elaborazione dati via Ethernet, oppure tramite una scheda di rete wireless 2G, 3G o 4G. Il ricevitore e l’antenna possono essere configurati in diverse modalità. Aeroscope è anche dotato di GPS così gli utenti possono vedere la sua posizione su una mappa.

Con Aeroscope è possibile evitare che UAV non autorizzati invadano lo spazio aereo causando il blocco del traffico.