6 079 IVA Incl.
 10 066 IVA Incl.
 5 700 IVA Incl.
 6 150 IVA Incl.
 7 800 IVA Incl.
 16 000 IVA Incl.

Perchè utilizzare i droni in agricoltura?

Droni per l’irrorazione delle colture

Droni per l’ispezione delle colture

Droni per la mappatura agricola e migliori software

Droni DJI, una soluzione agricola completa

Droni in agricoltura, casi reali

Droni rispetto ai satelliti

Droni per l’agricoltura, FAQ

dji_p4

PERCHE’ UTILIZZARE I DRONI IN AGRICOLTURA?

Agricoltura di nuova generazione.

L’agricoltura di precisione è un punto di svolta

Per secoli, gli agricoltori hanno camminato per i loro campi monitorando la salute dei loro raccolti. È un processo che richiede tempo. Ma questo sta cambiando.

I droni agricoli stanno diventando un fattore chiave per aiutare gli agricoltori ad aumentare la produzione agricola, monitorare e ispezionare la crescita delle colture, creare un quadro più ricco dei loro campi, migliorare l’efficienza agricola e massimizzare i risultati.

Tra i molti vantaggi, i dati dei droni possono essere utilizzati per estrarre le caratteristiche del suolo, tra cui temperature, umidità ed elevazione, il che aiuta un campionamento del suolo più accurato.

I droni e i loro sofisticati sensori possono aiutare gli agricoltori a pianificare e risolvere i problemi dei sistemi di irrigazione, aiutando con la gestione e l’utilizzo del flusso d’acqua; monitorare l’emergenza e la popolazione delle piante per guidare le decisioni di reimpianto e migliorare i modelli colturali; e decidere i piani di raccolta aiutando gli agricoltori ad anticipare la qualità del raccolto e la resa finale.

I dati dei droni su richiesta e ad alta risoluzione sono perfetti anche per catturare e segnalare con precisione eventi che portano a perdite economiche, come danni alle colture e riduzione della salute.

I droni coprono le aree più rapidamente, offrono approfondimenti in tempo reale, sono più precisi dei metodi tradizionali e non eludono le colture.
In poche parole, i droni forniscono dati vitali che aiutano gli agricoltori e i coltivatori a monitorare, pianificare e gestire le loro aziende in modo più efficace, risparmiando tempo e denaro nel processo.

Fino a 40 ettari
coperti in una giornata lavorativa con un drone quando i campi sono vicini tra loro.

Riduzione costi fino all’85%
quando si utilizza la mappatura del campo 3D e l’analisi del suolo con i droni.

1,3 miliardi di dollari all’anno
potrebbe essere salvato dai coltivatori di mais, soia e grano usando i droni, dice uno studio.

4,8 miliardi di dollari
è la cifra prevista che raggiungerà il mercato dei droni agricoli entro il 2024.

Come possono essere utilizzati i droni in agricoltura?

La versatilità dei droni e dei loro sofisticati sensori consente agli agricoltori di utilizzare la tecnologia per una serie di motivi. Questi includono:

  • Monitoraggio delle colture: i droni monitorano le colture in modo accurato ed economico rispetto ai metodi tradizionali e offrono informazioni chiave sullo sviluppo delle colture, oltre a evidenziare pratiche inefficienti e inefficaci.
  • Analisi del suolo e del campo: i droni possono produrre mappe 3D, in modo rapido ed economico, che aiutano gli agricoltori a prendere decisioni importanti sulla progettazione del modello di semina e sulla gestione del livello di azoto, ad esempio.
  • Valutazione della salute: i droni possono acquisire dati multispettrali per aiutare gli agricoltori a raccogliere informazioni chiave sulla salute delle colture. Tale intervento tempestivo è fondamentale per porre rimedio a eventuali problemi.
  • Irrigazione: i droni dotati di apparecchiature di monitoraggio possono identificare le aree di un campo soggette a stress idrico (mancanza di acqua). I sensori termici forniscono informazioni cruciali, consentendo una diagnosi mirata delle aree che ricevono troppa o troppo poca acqua.
  • Piantagione aerea: i droni possono sorvolare una potenziale zona di semina per monitorare le aree migliori per la crescita. Possono quindi rilasciare baccelli biodegradabili, pieni di semi e sostanze nutritive, nel terreno.
  • Gestione della mandria: gli agricoltori stanno impiegando droni per monitorare il bestiame. In alcuni casi, i droni con altoparlanti, come la serie DJI Mavic 2 Enterprise, vengono utilizzati per il movimento degli animali, riproducendo l’abbaiare di un cane preregistrato. Gli allevatori affermano che questo metodo mette meno stress alla mandria.
  • Irrorazione delle colture: le colture possono coprire rapidamente vaste aree, applicando liquidi con grande precisione.
  • Assicurazione: i droni possono svolgere un ruolo chiave nell’assicurazione, sia nella fase pre che dopo il sinistro. L’utilizzo di un drone aiuta per l’ispezione del sito, le decisioni sui reclami, la prevenzione delle frodi e la gestione dei rischi.
droni_agricoltura

“Alcuni dei miei esperti mi hanno detto che è quasi come se usare il drone fosse una sorta di forza unificante nel rapporto tra loro e l’agricoltore. All’agricoltore piace che siano qui e utilizzino qualcosa di così preciso e all’avanguardia nei loro campi .”

Philippe Vayssac, Groupama Rhone-Alpes Auvergne

“C’è un grande appetito per i droni in agricoltura e allevamento. Un drone può essere trasformato in un utile strumento agricolo, sorvolandolo su un campo per fornire a un agricoltore informazioni preziose e una serie di informazioni e rendere i campi da passeggio un ricordo del passato .”

Jack Wrangham, Drone AG

DRONI PER IRRORAZIONE DELLE COLTURE

Automatizzato, mirato e preciso.

Una soluzione sicura ed efficiente

L’irrorazione agricola dei droni sta diventando un’applicazione sempre più popolare, aiutando a mantenere la salute e la resa delle colture.

I droni vengono utilizzati per irrorare malattie, erbe infestanti e controllo dei parassiti, oltre a diffondere pesticidi e fertilizzanti.

L’utilizzo di droni per questa applicazione ha senso, offrendo una soluzione completamente automatizzata, mirata e precisa e sostituendo l’uso laborioso, dispendioso in termini di tempo e potenzialmente dannoso di atomizzatori a zaino e altre attrezzature.

Questo metodo è particolarmente utile nelle aree in cui il terreno è ondulato, ripido o di difficile accesso.

L’impiego di un drone è anche un’opzione più economica rispetto all’utilizzo di spolveratori per irrorare campi troppo grandi per il lavoro manuale.

I droni per l’irrorazione delle colture sono particolarmente diffusi in Cina, dove i sussidi governativi promuovono l’uso di droni agricoli. Il principale produttore di droni DJI ha risposto a questa richiesta progettando i droni a spruzzo di Agras. Ci sono attualmente più di 40.000 Agras attive sul mercato.

I droni a spruzzo non sono attualmente legali nel Regno Unito, ma sono in corso prove per cercare di cambiare questa situazione. Molti di questi test si basano sulla crescita delle felci su pendii inaccessibili in aree montane importanti per la produzione di pecore. L’obiettivo è costruire un portafoglio di prove per evidenziare gli usi positivi dei droni per l’irrorazione delle colture e convincere i responsabili delle decisioni a consentire l’irrorazione dei droni.

irrorazione_drone

“Abbiamo irrorato le viti in Svizzera utilizzando DJI Agras e il nostro cliente è soddisfatto dei risultati dell’irrorazione con droni. Confrontandolo con l’irrorazione del trattore, afferma che i vantaggi dell’utilizzo del drone non sono il contatto personale con i pesticidi, nessuna fitotossicità e nelle aree di terreno ripido il drone ha un’efficienza molto più elevata.”

Ueli Sager, Remote Vision

“Utilizzare i droni per spruzzare pesticidi è più efficiente rispetto all’utilizzo dei trattori ed è una soluzione affidabile per la protezione delle piante. Innanzitutto, i trattori danneggiano il cotone durante il passaggio, mentre i droni impediscono che il cotone venga schiacciato. All’inizio, gli agricoltori avevano dubbi sui droni , ma poi hanno assistito all’efficienza del velivolo.”

Yuhuan Li, Agricultural Drone Pilot

Droni per irrorazione delle colture DJI Agras

Droni per irrorazione agricola ad alta tecnologia, la serie DJI Agras è progettata per aumentare l’efficienza e la gestibilità della protezione delle piante e della fertilizzazione.

Ad esempio, il drone T30 ha un serbatoio operativo da 30 litri, dispone di 16 spruzzatori e ha una larghezza di spruzzatura di 9 m. Il drone è in grado di coprire 16 ettari all’ora. Ha anche un serbatoio di spargimento da 30 kg, con una larghezza di spargimento di 7 m, ed è in grado di distribuire 1 tonnellata di fertilizzante all’ora.

Nel frattempo, l’Agras T16 è dotato di un serbatoio di spruzzatura da 16 litri ed è in grado di spruzzare 24,7 acri (10 ettari) all’ora. Questo è molto più veloce dei metodi di spruzzatura manuale.

La serie Agras può essere implementata per una soluzione di irrorazione completamente automatizzata, mirata e precisa, consentendo alle aziende agricole moderne di risparmiare manodopera massimizzando la copertura e le rese.

Per una maggiore efficienza, la serie Agras può essere utilizzata per la sciamatura. Fino a cinque droni Agras T16 possono essere controllati da un singolo telecomando T16, mentre un controller Agras MG-1P può controllare fino a cinque velivoli MG-1P contemporaneamente, raddoppiando l’efficienza delle operazioni a pilota singolo.

dji_agras

Droni per irrorazione delle colture v Metodi manuali

L’utilizzo di droni per l’irrorazione delle colture è un processo molto più efficiente ed economico rispetto ai metodi manuali.

Questa tabella fornisce una ripartizione dei vantaggi in termini reali dell’implementazione di un drone DJI Agras rispetto ai metodi tradizionali, in termini di efficienza, sicurezza e controllo. Questo esempio si basa sul DJI Agras T16 ma fornisce un’istantanea dei vantaggi complessivi durante l’implementazione di qualsiasi drone della serie Agras.

 

Manuale

DJI Agras T16

Efficienza

3-4 ettari al giorno

60 ettari al giorno

Standardizzazione del lavoro

Pianificazione manuale

Coordinato con il sistema di posizionamento per eseguire la pianificazione del percorso e migliorare l’efficienza del lavoro.

Tipo pesticidi

Pesticidi comuni

Supporta prodotti chimici speciali per l’aviazione, alto tasso di utilizzo, può risparmiare oltre il 20% di pesticidi.

Effetto controllo

È facile da perdere o spruzzare nuovamente e a bassa penetrazione di pesticidi.
A causa della bassa efficienza del lavoro, è difficile eseguire una protezione di grandi aree in un breve periodo di tempo, il che non è adatto per il controllo unificato.
Il pesticida viene spruzzato in modo uniformemente e ha una buona penetrazione grazie al flusso di vento verso il basso proveniente dall’aereo.
Può eseguire operazioni su vasta area in un breve periodo di tempo.
Sicurezza I lavoratori sono molto vicini ai pesticidi, che rappresentano un grave rischio per la salute.

Il lavoratore è separato dal pesticida e non ha bisogno di accedere a zone difficili da raggiungere.

DRONI DI ISPEZIONE COLTURE

Risparmia denaro e identifica i problemi attraverso i dati aerei.

Informazioni che non possono essere viste ad occhio nudo

L’ispezione delle colture è una parte vitale dell’agricoltura e un drone può essere utilizzato per acquisire informazioni rapide, accurate e significative.

I droni possono trasportare una combinazione di telecamere zoom, termiche, multispettrali, NDVI e visive per disegnare dati precisi che non possono essere visti ad occhio nudo o sono difficili da raccogliere dal livello del suolo.

Ciò fornisce informazioni vitali in tempo reale sulla crescita delle colture, sulle differenze tra piante sane e in difficoltà e sul controllo delle infestanti, consentendo così ai professionisti dell’agricoltura di identificare i problemi in modo rapido, preciso e accurato e di indirizzare meglio le loro ricerche sul campo.

I droni possono essere utilizzati per eseguire questi sondaggi con la frequenza richiesta dal lavoro. Questi dati dei droni pluriennali precisi e ripetibili consentono una migliore pianificazione e monitoraggio dei miglioramenti, come fossati e applicazioni di fertilizzanti in evoluzione.

Come ulteriore vantaggio, questi dati significativi possono essere elaborati istantaneamente e possono essere condivisi rapidamente con il personale chiave e i responsabili delle decisioni per aiutare a massimizzare i risultati agricoli.

“Un controllo efficiente delle erbacce in un’operazione agricola è fondamentale. Sapere quando e dove applicare l’erbicida può fornire risparmi significativi, non solo nel prevenire danni al raccolto, ma anche nel ridurre al minimo la quantità di prodotto che viene acquistato e applicato. La tecnologia di telerilevamento può aiutare i coltivatori a valutare l’efficacia dei trattamenti, identificare le aree problematiche e attuare le azioni correttive necessarie”.

MicaSense and Dynamic Wings

I migliori droni per l’ispezione delle colture

In qualità di produttore leader mondiale di droni, DJI ha una serie di soluzioni per aiutare gli agricoltori a raccogliere informazioni vitali sulla salute delle colture e sulla gestione della vegetazione.

Il Phantom 4 Multispectral è un drone dedicato all’agricoltura di precisione, che consente ai professionisti dell’agricoltura di acquisire dati a livello di pianta.

Il drone è dotato di un sistema di imaging integrato che comprende 1 telecamera RGB e una telecamera multispettrale con cinque sensori che coprono le bande blu, verde, rossa, rossa e del vicino infrarosso.

Gli utenti possono passare dalle immagini NDVI al feed RGB live per evidenziare le aree di attenzione e consentire decisioni terapeutiche mirate.

Il Phantom 4 Multispectral beneficia della precisione RTK, mentre il sistema DJI TimeSync consente di ottenere dati di posizionamento accurati sulle immagini catturate dalle telecamere.

Ciò consente agli agricoltori di prendere decisioni tempestive e informate sul trattamento e sulla salute delle colture, riducendo i costi, risparmiando sulle risorse e aiutando a massimizzare i raccolti.

Il DJI Matrice M300 RTK è un’altra opzione affidabile per gli agricoltori. Sebbene non sia strettamente un drone agricolo, l’M300 RTK può essere integrato con diversi payload per acquisire informazioni chiave sull’agricoltura, inclusa la fotocamera H20T che vanta capacità termiche e di zoom. La termografia ha una vasta gamma di applicazioni in agricoltura, come la programmazione dell’irrigazione, il rilevamento delle malattie delle piante e la stima dei raccolti di frutta, mentre una telecamera con zoom può essere utilizzata per concentrarsi su aree specifiche.

Il DJI Matrice 300 RTK può anche essere integrato con payload di terze parti, consentendo agli agricoltori di accoppiare il drone con sensori NDVI e multispettrali dedicati e specializzati.

Nel frattempo, la serie DJI Mavic 2 Enterprise offre un’opzione leggera, pieghevole e portatile per gli agricoltori. Il Mavic 2 Enterprise standard è dotato di una fotocamera con zoom dinamico, mentre il Mavic 2 Enterprise Dual è dotato di funzionalità termiche. Entrambi i droni possono trasportare accessori modulari, come un altoparlante, un faretto e un faro, per aggiungere versatilità alle missioni agricole.

p4m-drone

DJI Phantom 4 Multispectral

  • 5-Camera Array covering Blue, Green, Red, Red Edge and NIR (Near Infrared), plus an RGB sensor
  • Integrated Spectral Sunlight Sensor for Increased Accuracy
  • Live RGB and NDVI Feed Available from the Drone
  • Integrated RTK for 1-cm Accuracy
  • 27 Minute Flight Time
  • 7km Transmission Range
Apri scheda
m300rtk-drone

DJI M300 RTK

  • Up to 55 minute flight time.
  • IP45 weather-resistance rating.
  • Carry up to three payloads at once.
  • H20T camera, built for the M300 RTK, is a multi-sensor solution, including thermal and zoom.
  • Integrate specialist third-party multispectral and NDVI sensors. 
  • Enhanced safety features and flight redundancy.
Apri scheda

DJI Mavic 2 Enterprise Series

  • Mavic 2 Enterprise has a 12MP camera with 2x optical and 3x digital zoom capabilities.
  • Mavic 2 Enterprise Dual has thermal and standard RGB sensors.
  • Lightweight, foldable, easily transportable, and quick to deploy.
  • 24GB onboard storage
  • Omnidirectional object sensing
Apri scheda

I sensori delle fotocamere multispettrali stanno svolgendo un ruolo fondamentale in agricoltura, soprattutto se integrati con un drone.

Questa tecnologia di imaging utilizza una gamma di bande d’onda – tra cui rosso, bordo rosso e vicino infrarosso – per evidenziare una vasta gamma di intuizioni agricole significative, che a loro volta portano a un’agricoltura più intelligente e più informata.

In generale, i sensori multispettrali raccolgono la luce da varie lunghezze d’onda che l’occhio umano non è in grado di distinguere. Queste immagini aiutano gli agricoltori a saperne di più sulla produttività del suolo, sulla salute delle piante, sulla stima dei raccolti e sulla gestione dell’irrigazione, tra le altre cose.

Tra i numerosi vantaggi dell’imaging multispettrale, gli agricoltori possono conoscere l’NDVI (Normalized Difference Vegetation Index); l’indice di verde delle piante e il classico indicatore di salute delle piante. I dati NDVI consentono ai professionisti dell’agricoltura di saperne di più sulla copertura della chioma, sulle epidemie di parassiti, sull’umidità del suolo e su come ottimizzare la rotazione delle colture.

Gli agricoltori possono anche raccogliere dati da bande di vegetazione multispettrali per una serie di approfondimenti. Queste bande includono:

  • Verde: si riferisce all’energia riflessa nella banda spettrale di 500-600 nm e aiuta a rilevare i livelli di clorofilla.
  • Rosso: l’energia riflessa nella banda spettrale di 600-700 nm. Per le colture, questo dà un eccellente contrasto tra piante e terreno.
  • Limite-rosso: una banda molto stretta (700-730 nm) nel punto di ingresso del vicino infrarosso. Questa banda è sensibile al disagio delle piante e fornisce informazioni sulla clorofilla, utili per l’analisi della salute delle colture e il conteggio delle piante.
  • NIR (Near-Infrared): Le lunghezze d’onda nell’intervallo 700 nm – 1,3 µm. Offre una forte riflettanza ed è usato per mostrare i livelli di clorofilla. Il NIR può essere utilizzato per monitorare i cambiamenti nella salute e nella produttività delle colture.

Poiché l’imaging multispettrale svolge un ruolo importante in agricoltura, sul mercato sono presenti numerose soluzioni di droni per consentire questa raccolta di dati.

Il DJI Phantom 4 Multispectral è una soluzione all-in-one, pronta all’uso, con la capacità di acquisire dati RGB e multispettrali che coprono le bande blu, verde, rosso, bordo rosso e vicino all’infrarosso.

Altre soluzioni leader includono il sistema di imaging a doppia fotocamera RedEdge-MX, di MicaSense, che fornisce 10 bande per il telerilevamento avanzato e la ricerca agricola. Può essere integrato con i droni DJI, come Inspire 2 e UAS della serie Matrice 200.

Nel frattempo, i sensori 4P e 4P+, di SlantRange, consentono una raccolta di dati accurata su sei bande spettrali e possono essere integrati con DJI DRONES tramite il Payload SDK di DJI.

immagine_multispettrale

DRONI DI MAPPATURA AGRICOLA

Approfondimenti chiave – Rapidamente.

Digitalizza il tuo campo

La mappatura dei droni sta diventando uno strumento chiave per gli agricoltori.

La digitalizzazione del tuo campo aiuta a massimizzare l’efficienza operativa e a monitorare la produzione agricola, l’allevamento delle piante, l’irrigazione e i danni agli animali.

La mappatura dei droni fornisce informazioni migliori sulle colture dall’alto, fungendo da base per il lavoro a terra.

Trasforma le immagini in mappe approfondite che possono aiutare nel processo decisionale e possono essere condivise rapidamente.

La mappatura dei droni offre anche la possibilità di impostare percorsi di volo predeterminati per missioni autonome e una raccolta di dati ripetibile e accurata.

La mappatura dei droni può fornire le seguenti informazioni:

  • Ispezione sul campo: identifica i problemi con mappe ad alta risoluzione e di rapida creazione.
  • Irrigazione: gestisci l’irrigazione e riduci al minimo l’erosione del suolo creando un modello di superficie digitale. Ciò aiuta gli agricoltori a comprendere la variabilità dell’irrigazione e ad evidenziare le aree a rischio di erosione.
  • Interpretazione del campo: analizzare diverse mappe dell’indice di vegetazione per identificare le aree di coltivazione chiave che devono essere affrontate e garantire la sostenibilità di nuove tecniche.
  • Analisi mirata: genera mappe di zona complete per identificare come ottenere maggiori rese.
  • Sinistri assicurativi: crea mappe per convalidare e sostenere reclami assicurativi catturando le impronte dei danni alle colture.
  • Analisi storica: confronta mappe affiancate per tenere traccia dei progressi di un raccolto nel tempo. Ciò consente di scavare più a fondo nelle aree problematiche, dare un’occhiata più da vicino ai modelli e visualizzare come ritagliare
    l’emergenza e la salute delle piante si sono svolte durante l’intera stagione di crescita.

“Siamo in grado di creare mappe a velocità variabile per spruzzare solo determinate sezioni del campo. Possiamo scansionare un campo con un drone in una questione di 30 minuti e avere una mappa completa che mappa l’indice di salute dell’intera area. Il drone fornisce informazioni davvero dettagliate.”

Bowles Farming Co – The Value of Drones in Agriculture, DroneDeploy

I migliori droni per la mappatura delle fattorie

Il DJI Phantom 4 RTK è un drone ideale per la mappatura agricola.

Il Phantom 4 RTK esegue la mappatura aerea 100 volte più velocemente delle operazioni manuali, aiutando a scansionare e mappare le aree target per identificare tutti gli aspetti di un campo.

I vantaggi del DJI Phantom 4 RTK includono:

  • Acquisisci dati di immagine di qualità con il sensore CMOS da 20 MP da un pollice. L’otturatore meccanico rende le missioni di mappatura o l’acquisizione regolare dei dati senza soluzione di continuità, scattando foto senza il rischio di sfocatura dell’otturatore.
  • Ottieni risultati di livello sondaggio con maggiore efficienza.
  • Il modulo RTK fornisce dati di posizionamento a livello di centimetri in tempo reale per una migliore precisione assoluta dei metadati dell’immagine.
  • Il sistema TimeSync allinea continuamente il controller di volo, la telecamera e il modulo RTK.
  • Compatibile con DJI Terra e altri software di mappatura dei droni.
dji_p4rtk

Trasforma i dati del tuo drone

Il software di mappatura delle aziende agricole con droni è una parte importante dell’utilizzo degli UAS per l’agricoltura, trasformando i dati raccolti in informazioni significative.

Il software di mappatura dei droni può anche essere utilizzato per semplificare il processo di implementazione di un drone, creando percorsi di volo pre-missione per una maggiore efficienza e voli automatizzati.

Sul mercato sono disponibili numerose soluzioni software per la mappatura di aziende agricole con droni. Eccone alcuni:

DJI Terra

Il pacchetto software di modellazione 3D e mappatura dei droni di DJI può essere utilizzato con grande efficacia per l’agricoltura.

  • Aggiungi waypoint per disegnare un poligono come aree target e regola in modo flessibile i parametri di volo come desideri, pianifica una missione e imposta i parametri di volo desiderati per soddisfare le esigenze.
  • DJI Terra raccoglie immagini delle aree target e le unisce in mappe fruibili in tempo reale.
  • Flusso di lavoro semplificato: la marcatura di confini, ostacoli e punti di calibrazione viene eseguita sull’interfaccia DJI Terra.
  • Elabora immagini multispettrali per generare mappe dell’indice di vegetazione tra cui NDVI e NDRE. Crea mappe di prescrizione per l’applicazione a tasso variabile utilizzando i droni Agras di DJI per migliorare i raccolti e ridurre i costi.

Pix4D

Pix4Dfields è un software avanzato di mappatura dell’agricoltura per l’analisi delle colture aeree e l’agricoltura digitale.

  • Crea mappe rapidamente (nessuna connessione Internet richiesta) per prendere decisioni e agire più velocemente, senza lasciare il campo.
  • Elimina le congetture generando ortomosaici precisi, modelli digitali di superfici, mappe indice, zone e mappe di prescrizione accurate.
  • Usa l’app Pix4Dcapture per pianificare e controllare facilmente il volo del drone per una mappatura ottimale.
  • Condividi le tue mappe con tutte le parti interessate del progetto per una collaborazione senza interruzioni utilizzando lo strumento di report PDF di Pix4Dfields.

DroneDeploy

Il pacchetto software DroneDeploy offre informazioni sull’agricoltura per migliorare le decisioni di gestione durante tutto l’anno.

  • Software intuitivo: percorri 160 acri in meno di 15 minuti.
  • Individua la variabilità e raccogli informazioni sul campo con l’elaborazione dei dati multispettrali.
  • Ottieni approfondimenti in tempo reale sul campo con Live Map per generare prescrizioni a tasso variabile utilizzando immagini sulla salute delle colture durante la stagione e supportare un programma di scouting più produttivo.
  • Comprendi le minacce di rendimento prima di mettere piede nei tuoi campi.

AGRICOLTURA INTELLIGENTE CON DJI

Sfrutta l’ecosistema DJI per una soluzione agricola completa.

Dalla pianificazione all’operazione: tutto con i droni

DJI ha lanciato una soluzione agricola completa, dalla pianificazione all’operazione, condotta interamente da droni e software associato.

Questo pacchetto completo rende le pratiche agricole più efficienti combinando una gamma di droni, come la serie DJI Agras, il DJI Phantom 4 RTK e il DJI Phantom 4 Multispectral.

DJI Terra, un pacchetto software di mappatura dei droni, può essere utilizzato anche in questo ecosistema agricolo DJI per produrre mappe agricole dai dati raccolti dai droni e generare percorsi di volo mirati.

Le informazioni di seguito mostrano come è possibile riunire più piattaforme DJI per fornire un pacchetto di agricoltura di precisione end-to-end.

smart_agricoltura

Pianificazione del percorso di volo 3D

La navigazione su terreni difficili ora è più semplice, grazie ai metodi di agricoltura digitalizzati.

Il DJI Phantom 4 RTK può scansionare e mappare le aree target per identificare tutti gli aspetti di un campo e DJI Terra può elaborare questi dati per creare mappe e ricostruzioni per una serie di approfondimenti agricoli. Queste informazioni possono quindi essere utilizzate per distribuire il DJI Agras T16 in aree specifiche.

In modalità Orchard, i droni DJI Agras possono identificare ogni albero, generare rotte di volo 3D in base alle loro forme e condurre un’irrorazione efficiente.

PRIMO PASSO

Acquisizione dati – Phantom 4 RTK

Posizionamento a livello di centimetro

Raccolta dati ad alta precisione

Mappatura veloce ed efficiente

PASSO DUE

Pianificazione – DJI Terra

Mappatura in tempo reale

Ricostruzioni 2D/3D

Traiettorie di volo generate dall’AI

PASSO TRE

Funzionamento – DJI Agras T16

Spruzzare fino a 10 ettari all’ora

Il metodo di spruzzatura è preciso

Copri facilmente terreni difficili

Protezione delle colture

L’ecosistema DJI può essere sfruttato per fornire una soluzione completa per monitorare la salute delle colture e generare procedure di trattamento.

Il Phantom 4 Multispectral può scansionare le aree target e generare grafici multispettrali che forniscono informazioni utili sulla salute delle colture e aiutano a formulare mappe di irrorazione e semina variabili.

Gli utenti possono accedere agli shapefile di DJI Terra e applicarli alle operazioni di irrorazione e semina, eseguite dai droni Agras.

PRIMO PASSO

Acquisizione dati – Phantom 4 Multispettrale

Posizionamento a livello di centimetro

Raccolta dati tramite sensori multispettrali

Raccolta di immagini di 47 ettari in un solo volo

PRIMO PASSO

Acquisizione dati – Phantom 4 Multispettrale

Posizionamento a livello di centimetro

Raccolta dati tramite sensori multispettrali

Raccolta di immagini di 47 ettari in un solo volo

PASSO DUE

Pianificazione sul campo – DJI Terra

Mappatura NDVI in tempo reale

Shapefile agricoli

Pianificazione del campo AI

DRONI PER L’AGRICOLTURA CASI STUDIO

Storie del mondo reale che mettono in evidenza i vantaggi dell’utilizzo di UAS per l’agricoltura.

Droni più efficienti su terreni ripidi

I droni DJI Agras vengono impiegati per la gestione dei vigneti.

Grazie al loro funzionamento automatizzato e alla capacità di accedere ad aree difficili da raggiungere, questi droni hanno reso l’irrorazione dei vigneti un flusso di lavoro facile e visibile.

Remote Vision è una società che utilizza i droni DJI Agras per la gestione dei vigneti, pilotando l’MG-1P e il T16 in Svizzera.

Incaricati di prevenire le malattie, i droni di Agras sono riempiti con una gamma di sostanze chimiche per proteggere le viti dalla diffusione dell’oidio e di altre malattie fungine.

I droni Agras possono spruzzare 100 litri per ettaro e sono in grado di mirare a ripide colline difficili da raggiungere utilizzando un trattore.

Ueli Sager, di Remote Vision, ha dichiarato: “Il cliente ha confrontato l’irrorazione dei droni con l’irrorazione dei trattori precedenti. Il cliente è soddisfatto dell’irrorazione dei droni per una serie di motivi, tra cui nessun contatto personale con pesticidi, assenza di fitotossicità e il DJI Agras è molto più efficiente su terreni ripidi.”

Droni efficaci per il monitoraggio dei siti dei lotti di prova

Drone AG ha utilizzato il drone DJI Mavic 2, insieme ai pacchetti software per droni Pix4Dfields, DroneDeploy e Skippy Scout, per condurre il monitoraggio del grano.
Jack Wrangham, di Drone AG, ha dichiarato: “I droni possono essere molto efficaci per il monitoraggio dei siti di prova. Questo perché possono volare bassi sul raccolto, ottenendo un alto livello di dettaglio. Le immagini satellitari semplicemente non hanno una risoluzione abbastanza alta per vedere i singoli trame.”

DroneAG ha utilizzato il drone per raccogliere immagini ad altissima risoluzione delle trame. Il team ha mappato gli appezzamenti e ha sorvolato i siti in quattro momenti chiave durante la stagione per identificare l’insediamento precoce, il successivo progresso del raccolto e la possibile individuazione di malattie.

Questa acquisizione di dati regolare e precisa ha consentito a DroneAG di identificare progressi e problemi e raccogliere confronti accurati.

DroneAG ha utilizzato il suo software Skippy Scout per automatizzare i voli dei droni per catturare immagini vicino al raccolto, con dettagli a livello di foglia. Questo è utile per i grafici di prova, per vedere cosa sta succedendo alle singole piante.

Il drone ha contribuito ad aumentare i profitti

Nutrien ha utilizzato droni DJI e soluzioni di SlantRange per migliorare la stagione delle fragole di un cliente.

L’obiettivo principale era valutare il raccolto per soluzioni nutritive, affrontando i problemi del raccolto il prima possibile e aiutando il coltivatore a realizzare la migliore resa possibile.

Durante il processo, Nutrien ha scoperto che un drone era utile per una serie di aspetti, tra cui precisione e velocità. Le singole foglie sulle piante sono diventate visibili utilizzando la soluzione del drone, aiutando a identificare i problemi dei parassiti e portando a misure preventive rapide, mentre la possibilità di visualizzare i dati sul campo, pochi minuti dopo il volo, è stata un enorme vantaggio.

Alla fine della stagione, i profitti erano stati aumentati e le rese migliorate.

I droni consentono una mappatura precisa

La Rogers Family Coffee Co. utilizza i droni per creare nuovi metodi di gestione nella loro fattoria di ricerca a Kona, nelle Hawaii.

Utilizzando i droni DJI integrati con i sensori MicaSense, l’azienda utilizza indici di vegetazione per consentire loro di tracciare gli input di nutrienti, identificare le infestazioni di parassiti e visualizzare il terreno montuoso.

Andros Bracamontes, specialista di ricerca e sviluppo per la Rogers Family Co, ha dichiarato: “I droni ci consentono di mappare con precisione l’intera fattoria su base regolare e ora stiamo allineando le immagini con la nostra strategia di gestione. Prima dovevamo fare escursioni per monitorare i campi, che può essere una grande sfida nei ripidi pendii di alcune delle nostre aziende agricole, ora possiamo monitorare per via aerea in una frazione del tempo e a livello di singola pianta.”

DRONI CONTRO SATELLITI PER L’AGRICOLTURA

Qual è il metodo migliore per l’agricoltura?

Quale occhio nel cielo dovresti usare?

I droni sono più efficienti ed efficaci per l’agricoltura rispetto ai metodi manuali. Ma come si confrontano con i satelliti?

In verità, entrambi hanno i loro vantaggi e si riducono all’applicazione specifica.

Tuttavia, ci sono alcuni momenti in cui i droni hanno il vantaggio.

Prendi la copertura nuvolosa, per esempio. Le immagini satellitari possono essere gravemente influenzate dalla copertura nuvolosa, limitando ciò che può essere visto. Un drone, invece, può volare più vicino alla terra, sotto la copertura delle nuvole, per ottenere i dati di cui hai bisogno.

C’è anche il problema dei satelliti che volano intorno alla terra entro un certo tempo. Se desideri l’acquisizione immediata dei dati, può essere meglio distribuire un drone.

Poiché i droni possono volare più vicini al suolo, possono raccogliere dati estremamente precisi, scattare foto per distinguere un’erbaccia o un raccolto o mostrare ogni particolare pianta. A causa della sua distanza dalla terra, un satellite non può catturare quel livello di dettaglio.

Tuttavia, se l’alta precisione non è una priorità, i satelliti possono avere il vantaggio, soprattutto rispetto alle grandi aziende agricole dove possono coprire un’area più ampia.

Grazie alla loro ampia portata, l’immagine raccolta è completa, eliminando la necessità di ricamare l’immagine. Al contrario, poiché gli scatti con i droni catturano aree più piccole, è necessaria la cucitura dell’immagine dopo i voli dei droni.

Un altro vantaggio dell’utilizzo dei satelliti è che i loro record risalgono a più indietro. Grazie a questi dati di archivio, puoi viaggiare nel tempo e creare un’immagine più lunga della tua fattoria.

Ma, mentre la questione dei droni contro i satelliti è valida, non deve sempre essere una scelta tra i due. Piuttosto, usarli insieme può essere estremamente utile, individuando un problema iniziale tramite un satellite e quindi schierando un drone per affinare il problema e affrontarlo in modo preciso e rapido.

DOMANDE FREQUENTI

Droni agricoli: le tue domande con le risposte

I droni stanno contribuendo a rivoluzionare l’agricoltura fornendo agli agricoltori una raccolta di dati rapida, accurata e ripetibile, che a sua volta fornisce informazioni vitali e aiuta a guidare il processo decisionale.

Questo dipende dalle tue esigenze. Ma DJI ha una gamma di UAS nel suo ecosistema agricolo, come i droni per l’irrorazione delle colture di Agras; P4 drone multispettrale per il monitoraggio delle colture; e il drone di mappatura della fattoria Phantom 4 RTK.

Se stai pilotando il tuo drone per motivi commerciali, allora sì, dovrai seguire un corso di formazione sui droni. Dalla fine di dicembre 2020 in Europa, i requisiti di formazione cambieranno; determinato più dalle dimensioni del tuo drone, piuttosto che essere definito da operazioni commerciali o non commerciali. Per ulteriori informazioni sull’addestramento dei droni consulta la relativa sezione del nostro sito.

Negli Stati Uniti, gli operatori di droni che volano commercialmente dovranno superare il test FAA Part 107.

Se sei in Europa, allora sì, il tuo drone dovrà essere registrato se supera i 250 grammi.
Se sei negli Stati Uniti, il tuo drone dovrà essere registrato se supera 0,55 libbre.

Contattaci