IN CHE MODO I DRONI STANNO AVVANTAGGIANDO I TOPOGRAFI?

Raccogli dati cinque volte più velocemente rispetto ai metodi tradizionali.

Aumenta l’efficienza e migliora la sicurezza

L’utilizzo di un drone per il lavoro di rilevamento ha molti vantaggi: ti aiuta a acquisire dati accurati in modo rapido, sicuro ed economico, il che a sua volta può migliorare il processo decisionale e fornire informazioni vitali.

Grazie alla loro capacità di acquisire dati dall’alto, i droni sono stati integrati con successo nei flussi di lavoro di rilevamento per eseguire rilievi del territorio, fotogrammetria, mappatura 3D, rilevamento topografico e altro ancora.

I sondaggi con i droni possono beneficiare di molte applicazioni in diversi settori, come l’edilizia, l’estrazione mineraria e gli aggregati, l’agricoltura, la pianificazione urbana e la gestione del territorio, la sicurezza pubblica e la ricerca ambientale.

L’acquisizione dei dati con un drone è fino a cinque volte più veloce rispetto ai metodi terrestri e richiede meno manodopera.

Ma cos’è un’indagine sui droni, quali dati puoi raccogliere dal tuo aereo senza pilota, come può aiutarti e quali sono i droni migliori da utilizzare per questo tipo di missioni?

“Ciò che avrebbe richiesto ai topografi circa otto ore, io ho impiegato circa due ore con il drone. Hai anche il risparmio sui costi di pagare una persona invece di un equipaggio di tre uomini. La combinazione di rilevamento, droni e informazioni CAD ci consente di visualizzare i nostri progetti in modi mai visti prima. Forniamo al nostro team il quadro generale e le informazioni di cui hanno bisogno per condividere le informazioni in modo più efficace e prendere decisioni migliori .”

     Michael Lambert, VDC Manager presso Chasco Constructors

“Le scorte sono distribuite su una vasta area e sono di varie dimensioni e altezze. Il rilevamento con un drone è più veloce del 90%. Un minatore normalmente dovrebbe percorrere la zona di lavoro con la stazione totale di un geometra e misurare non solo l’area delle scorte, ma anche le varie altezze del materiale. Ma soprattutto, i droni riducono significativamente il numero di rischi sul posto di lavoro a cui i dipendenti sono esposti“.

    Alexander Tubaltsev, capo minatore, Ferrexpo Yeristovo Mining

CHE COS’È UN RILEVAMENTO CON DRONE?

Conduci rilevamenti dall’alto con gli UAV.

In parole povere, un rilevamento con droni è un rilevamento aereo condotto da un drone e sta diventando sempre più popolare.

Utilizzando sensori rivolti verso il basso, come fotocamere RGB o multispettrali o payload LiDAR, i droni possono acquisire rapidamente una grande quantità di dati. Un’analisi ha mostrato che i droni possono raccogliere dati il 97% più velocemente rispetto ai metodi manuali.

Questi dati possono essere utilizzati per creare una serie di risorse, come mappe 3D e modelli di elevazione, ed estrarre informazioni preziose come misurazioni altamente accurate e calcoli volumetrici.

Queste informazioni aiutano a prendere decisioni informate e forniscono preziose informazioni, tra cui l’identificazione di errori o problemi, il tenersi aggiornati sullo stato di avanzamento di un progetto e il monitoraggio della salute delle piante.

Il rilevamento con drone è diventato uno strumento così prezioso, viene utilizzato per il rilevamento del terreno, ispezioni sui tetti, indagini su ponti/edifici, manutenzione delle infrastrutture e nei cantieri.

“I droni consentono alle aziende di creare mappe e nuvole di punti altamente accurate, scoprire costosi errori in cantiere e prevedere ritardi nella pianificazione, risparmiando fino a decine di migliaia di sterline a settimana”.

    Richard Clement, Komatsu

“Utilizzando i droni, abbiamo creato un processo molto più efficiente. Possiamo letteralmente impiegare settimane fuori dal programma, i nostri progetti sono di qualità molto più elevata rispetto a prima e sono più sicuri”.

    Jim Gorrie, CEO Brasfield & Gorrie

PERCHÉ UTILIZZARE UN DRONE PER IL RILEVAMENTO?

Migliora l’efficienza, risparmia denaro e migliora la sicurezza.

Promuovi i flussi di lavoro aziendali

Ci sono molti vantaggi nell’utilizzare un drone per effettuare un rilevamento, soprattutto rispetto ai metodi tradizionali.

In poche parole, i droni sono più efficienti dei tradizionali metodi a terra, migliorano la sicurezza sul lavoro e sono in grado di raggiungere aree che spesso sarebbero vietate.

Questi vantaggi guidano i flussi di lavoro e i risultati aziendali e massimizzano il ROI.

“I filmati con i droni aiutano a semplificare la gestione del progetto. Il mio team ha impiegato solo pochi giorni per completare la mappatura del sito con i droni, accelerando la pianificazione del progetto con dati del sito più accurati”.

     Grant Hagen, Direttore VDC, The Beck Group

Scopri come i droni possono trasformare le tue missioni di rilevamento:

Maggiore sicurezza

I droni aumentano enormemente la sicurezza. Perché mandarti a ispezionare un tetto o arrampicarti su una scorta quando un drone può fare il lavoro per te?

L’utilizzo di droni per il lavoro di rilevamento significa anche che non è necessario mettere fuori tanti punti di controllo a terra – in alcuni casi, non ne hai bisogno. Non solo è un grande risparmio di tempo, ma è anche un enorme vantaggio in termini di sicurezza, riducendo la necessità per il personale di accedere ad aree potenzialmente pericolose del tuo sito di lavoro.

Wayne Hughes, pilota di droni Balfour Beatty, ha dichiarato: “I droni rendono più sicuro l’acquisizione di quantità e le misurazioni delle scorte. I droni portano le persone lontano da luoghi in cui potrebbero essere in pericolo e significa che non abbiamo persone che scavalcano le scorte. Invece, i droni possono sorvolare il sito e generare in seguito un modello, che possiamo rivedere in ufficio”.

Più efficiente e più economico

L’acquisizione dei dati con un drone è molto più rapida rispetto all’utilizzo di tecniche sul campo e richiede meno manodopera. L’utilizzo della tecnologia RTK (cinematica in tempo reale) o PPK (cinematica post-elaborata) consente inoltre di risparmiare l’arduo e talvolta pericoloso compito di posizionare un gran numero di punti di controllo a terra.

Ad esempio, Balfour Beatty ha utilizzato droni in uno sviluppo di Smart Motorway, inclusa la misurazione delle scorte. L’azienda ha affermato che un geometra, utilizzando apparecchiature portatili tradizionali, impiegherebbe circa un giorno per misurare le scorte ed elaborare i dati. Ma usando il drone, il complesso potrebbe essere volato in 15 minuti e il modello potrebbe essere elaborato in circa due ore.

Usare i droni significa consegnare i risultati del sondaggio più velocemente e, di conseguenza, a un costo inferiore.

Russell Byrd, Virtual Design and Construction Coordinator presso Brasfield & Gorrie, ha dichiarato: “I nostri team di progetto e sicurezza possono ora completare le procedure dettagliate da remoto, aumentando la sicurezza e la consapevolezza senza dover mai entrare in loco”.

Raggiungi luoghi inaccessibili

I droni possono raggiungere luoghi che gli umani non possono. Possono anche volare a un’altitudine molto più bassa, rispetto agli aerei con equipaggio o alle immagini satellitari. Questo è un vantaggio particolare se hai una copertura nuvolosa.

Dati altamente accurati che possono essere condivisi

I droni raccolgono dati altamente accurati.

Un volo del drone produce migliaia di misurazioni, che possono essere rappresentate in diversi formati (ortomosaico, nuvola di punti, DTM, DSM, curve di livello, ecc.). Ogni pixel della mappa prodotta o punto del modello 3D contiene dati geografici 3D.

Fondamentalmente, queste informazioni possono essere archiviate e condivise rapidamente, il che aiuta nel processo decisionale e nella comunicazione a livello di team.

Monitora lo stato di avanzamento di un cantiere e migliora la produttività delle risorse

I droni forniscono una vista dall’alto di un sito, fornendo un’istantanea completa dell’area e offrendo utili spunti.

L’esecuzione di voli regolari attraverso un progetto consente al tuo team di monitorare i progressi e identificare eventuali errori o problemi. Fondamentalmente, questi problemi possono essere individuati in anticipo, aiutandoti a prendere decisioni rapide e informate.

I droni offrono una vista unica, che non otterresti da terra, e sono in grado di coprire un’area in modo più rapido e sicuro rispetto ai tradizionali metodi a terra.

Matthew Forster, Project Engineer per Choate Construction, ha dichiarato: “Le mappe dei droni offrono al mio team una visione a volo d’uccello del sito, che sembra molto diverso dall’essere a terra. Dà loro un quadro completo”.

DRONI PER IL RILEVAMENTO – CASI D’USO

Scopri di più su come i professionisti traggono vantaggio dai droni per il rilevamento.

Balfour Beatty schiera i droni su un’autostrada intelligente

Balfour Beatty ha utilizzato droni, incluso il DJI Phantom 4 RTK, durante un aggiornamento di Smart Motorway da £ 212 milioni sull’M6.

Il gruppo internazionale delle infrastrutture ha utilizzato gli UAS per misurazioni più rapide delle scorte, rapporti informativi sui progressi aerei e l’accesso ad aree difficili da raggiungere.

L’utilizzo dei droni ha aiutato l’azienda a migliorare la sicurezza, aumentare l’efficienza, raccogliere dati più velocemente, migliorare la produttività delle risorse e ottenere risultati di alta precisione.

I droni hanno dimostrato il loro valore quando si tratta di misurare i volumi delle scorte; non solo contribuiscono all’efficienza, ma migliorano anche la sicurezza.

“I droni fanno risparmiare molto tempo. Prendiamo ad esempio il composto di riciclaggio. Se dovessimo misurare le scorte con strumenti di rilevamento tradizionali, ci vorrebbe molto più tempo per misurare il sito e raccogliere i dati, mentre i droni consentono al team di fare in modo equo misurazioni rapide di diversi tipi di materiali e lavori di sterro”.

     Craig Matthews, Principal UAS Manager per Balfour Beatty

Atkins utilizza un drone DJI su misura per il rilevamento

Maggiore efficienza, maggiore sicurezza e costi ridotti: la società di ingegneria e design di fama mondiale Atkins sta beneficiando dei droni, tra cui un DJI M600 Pro su misura con un sensore Sony RX1R II.

L’abbinamento della fotocamera ad alta tecnologia da 42 MP con il drone e un sistema GNSS (Global Navigation Satellite System) ad alta precisione ha fornito una soluzione su misura per soddisfare i requisiti di rilevamento specifici di Atkins e ha consentito all’azienda di acquisire e generare dati accurati e ripetibili.

La società afferma che, rispetto ai metodi di rilevamento tradizionali, i droni riducono drasticamente la quantità di tempo che il team di rilevamento trascorre a percorrere il sito, riducendo o addirittura eliminando il tempo trascorso a lavorare in ambienti potenzialmente pericolosi.

“Mentre utilizziamo ancora aerei ed elicotteri in molti dei nostri progetti più grandi, i droni ci consentono di mobilitarci più rapidamente e ridurre i costi durante il rilevamento di siti di piccole e medie dimensioni. Siamo anche in grado di acquisire immagini a risoluzione più elevata, fino a meno di cm dai droni rispetto a 2-3 cm da aerei con equipaggio, e combinare rilevamenti di mappatura e ispezione nella stessa visita in loco, aumentando l’efficienza”.

     James Fleming, consulente di geomatica (Regno Unito ed Europa), presso Atkins

DJI Phantom 4 RTK utilizzato per l’indagine sui frangiflutti

Terra Drone Europe (ex Skeye) ha utilizzato il DJI Phantom 4 RTK per effettuare un’importante indagine sui frangiflutti in America Centrale.

Terra Drone Europe ha collaborato con l’azienda olandese Deep per i lavori, che si sono svolti in Guatemala.

Negli ultimi sei anni, Terra Drone Europe ha intrapreso molte indagini aeree collaborative basate sul mare per creare set di dati unici in aree estremamente remote o di difficile accesso.

Combinando i dati del rilievo idrografico con i dati del rilievo aereo, è possibile creare un modello 3D senza interruzioni che mostra le caratteristiche sopra e sotto il livello dell’acqua.

Questa visione ininterrotta fornisce approfondimenti significativi in spazi complicati e i dati prodotti supportano il processo decisionale chiave.

dji_phantom4rtk

“Il DJI Phantom 4 RTK è stato scelto per la sua elevata precisione nel determinare le posizioni delle foto. Crediamo e abbiamo dimostrato che il numero di punti di controllo a terra può essere notevolmente ridotto utilizzando questo drone”.

     Terra Drone Europa

I droni DJI trasformano il lavoro di rilevamento visivo

Quayle Industries utilizza la serie DJI M210 V2 con il payload dello zoom DJI Zenmuse Z30, nonché le telecamere di imaging X4S e X5S, per una serie di rilevamenti con droni, tra cui ispezioni del tetto, controlli dei cavi di alimentazione e monitoraggio dei progressi del sito.

Utilizzando la tecnologia DJI, Quayle Industries è in grado di svolgere il proprio lavoro in modo più rapido, semplice e sicuro rispetto ai metodi tradizionali, tenendo le persone lontane da situazioni potenzialmente pericolose, accedendo ad aree difficili da raggiungere e fornendo punti di vista unici.

Ad esempio, Quayle Industries ha utilizzato l’M210 V2 con lo Z30 per questo rilevamento del tetto, nella foto a destra. L’immagine a sinistra mostra la vista dal drone, in alto sopra l’edificio, mentre l’immagine a destra è un’immagine cristallina di due dei camini, catturati usando lo zoom.

Questo metodo ha numerosi vantaggi. In primo luogo, l’ispezione può essere completata senza dover inviare i membri del team sul tetto, migliorando la sicurezza.È anche un grande risparmio di tempo, poiché le informazioni possono essere raccolte molto più rapidamente con un drone che da qualcuno che deve salire in cima all’edificio per ispezionare la scena. Questo aiuta anche con i costi.

E sebbene questa tecnica sia efficace in termini di tempo, non lesina sulla qualità, poiché lo Z30 rileva ogni dettaglio dei due camini, il che a sua volta aiuta con l’ispezione.

“Se hai bisogno di un’ispezione delle risorse, i droni possono scattare foto ad alta definizione che mostrano le condizioni della proprietà. Questo è perfetto per tetti e altre aree di difficile accesso. Forniamo fotografie ad alta definizione o video 4K di qualsiasi infrastruttura che deve essere verificata per danni. Utilizzando un drone, annulli la necessità di piattaforme di lavoro elevate o impalcature, riducendo i costi, il tempo e, soprattutto, i rischi. Il livello di zoom ottenibile con la Z30 è eccezionale.”

     Quinton Quayle, Quayle Industries

CHE TIPO DI RISULTATO PUOI OTTENERE CON UN RILEVAMENTO CON DRONE?

Trasforma i dati dei droni in una gamma di risorse digitali per fornirti informazioni chiave.

Migliora i tuoi flussi di lavoro

A seconda della scelta dei sensori di dati e del software, il rilevamento dei droni può produrre una varietà di risultati con casi d’uso in molti settori. Ecco una selezione:

Mappa 2D

mappa2d

Il software di rilevamento può unire centinaia o migliaia di foto digitali catturate dal tuo drone e produrre mappe ortomosaiche 2D di alta qualità.

Avere una mappa 2D può essere utile per una serie di motivi e può essere utilizzata in una vasta gamma di settori, tra cui l’edilizia e le infrastrutture.

Facendo scattare centinaia o migliaia di foto a un drone, non solo creerai una mappa completa, ma avrai anche una vasta collezione di singole immagini ad alta definizione.

Queste mappe e immagini ti offrono una visione del mondo reale, aiutando a prendere rapidamente decisioni e ad analizzare come sta procedendo un progetto.

Mappatura 3D

mappa3d

Una nuvola di punti è una visualizzazione 3D composta da migliaia o addirittura milioni di punti georeferenziati. Le nuvole di punti forniscono dati ad alta risoluzione e offrono un modello 3D interattivo con immagini del mondo reale. Questo ti aiuterà ad ispezionare il tuo sito di lavoro, per esempio.

L’utilizzo di dati 3D consente di produrre un modello di superficie digitale (DSM), un modello di elevazione digitale (DEM) o un modello digitale del terreno (DTM).

Le nuvole di punti possono anche essere utilizzate per sviluppare modelli digitalizzati di strutture per scopi CAD e BIM, qualcosa che è all’avanguardia nella costruzione moderna.

Rilevamento volumetrico

I droni possono essere utilizzati per creare modelli volumetrici, utili ad esempio per misurazioni di scorte.

Le misurazioni tradizionali delle scorte quando si utilizza il GPS o le stazioni totali sono inibite dai dati di campionamento limitati che possono essere raccolti. Invece di utilizzare una griglia di punti con un punto ogni 5 metri, un drone può raccogliere un punto con una distanza del campione dal suolo di 1 cm creando un set di dati campionato molto meglio e più accurato.

Rilevamento termico

immagine_termica

Rileva con una termocamera e identifica rapidamente i bersagli con firme termiche anomale.

Le indagini termiche possono aiutare ad identificare le dispersioni termiche, al fine di migliorare l’efficienza energetica; può identificare perdite d’acqua o infiltrazioni di umidità o guasti al cablaggio e ad altri componenti elettrici.

Mappa LiDAR

lidar

Equipaggia il tuo drone con una fotocamera LiDAR per produrre una nuvola di punti ad alta densità, fornendoti informazioni utili sulla forma della Terra e le sue caratteristiche.

Una mappa LiDAR è utile per settori come la silvicoltura e l’agricoltura/paesaggistica.

Rilevamento visuale con drone

I droni possono essere utilizzati per produrre rilievi visivi. È possibile eseguire un rilevamento visivo dei droni e un’ispezione dei droni per controllare le linee elettriche e le ispezioni del tetto.

Usare un drone per farlo è più efficiente, più economico e più sicuro rispetto ai metodi tradizionali.

ELABORAZIONE DEI DATI DEL RILEVAMENTO CON I DRONI

Massimizza la tua raccolta di dati.

Genera modelli digitali per favorire i risultati aziendali

Durante il rilevamento con i droni, le immagini del terreno vengono riprese da più punti di osservazione. Attraverso l’elaborazione di queste immagini, il software di fotogrammetria può quindi creare ortomosaici e modelli 3D, dai quali può misurare con precisione la distanza, nonché superfici e volumi di oggetti fisici.

Il software di mappatura dei droni è una parte fondamentale delle tue operazioni di rilevamento dei droni, trasformando i dati che hai raccolto in risorse significative che aiutano il processo decisionale.

L’elaborazione delle immagini può essere un processo lungo a seconda del numero di immagini e delle prestazioni del computer.

processare-i-dati

QUAL È IL MIGLIOR SOFTWARE DI MAPPATURA DRONE DA UTILIZZARE?

Una selezione di soluzioni leader del settore.

La mappatura dei droni e il software di gestione della flotta sono componenti essenziali di qualsiasi programma di rilevamento UAV di successo ed Elite Consulting ha collaborato con alcuni dei principali fornitori del settore per fornire ai topografi gli strumenti per massimizzare i loro dati e le loro missioni.

Ogni soluzione ha la propria gamma di funzionalità che possono avvantaggiare l’utente finale e gli esperti aziendali di Elite Consulting possono illustrarti il pacchetto software ideale e aiutarti a sbloccare la licenza per la piattaforma desiderata.

esri

Esri Site Scan per ArcGIS

Esri Site Scan for ArcGIS è particolarmente adatto al settore AEC.

Questa suite software basata su cloud fornisce un flusso di lavoro di mappatura dei droni end-to-end, che comprende la pianificazione del volo dei droni, la gestione della flotta, l’elaborazione delle immagini e le capacità di analisi dei dati.

Le caratteristiche principali includono:

  • Ripeti i piani di volo per raccogliere dati accurati e tenerti aggiornato sui progressi sul tuo sito di lavoro.
  • Elabora immagini nel cloud (basato sull’UE) per creare mappe 2D dettagliate e accurate e ricostruzioni 3D.
  • Utilizza una gamma di strumenti di analisi e misurazione per raccogliere informazioni significative per aiutare a modellare un processo decisionale informato.
  • Condivisione semplificata di dati e analisi.
  • Gestisci la tua flotta di droni per garantire lo svolgimento regolare e sicuro delle tue operazioni UAS.

DJI Terra

DJI Terra trasforma i dati dei droni in modelli e mappe digitali 3D per una facile analisi e processo decisionale.

Esegui mappe in tempo reale e genera ricostruzioni e misurazioni 2D e 3D di alta qualità, tra le altre cose.

È inoltre disponibile una licenza per l’elettricità, per fornire nuove ottimizzazioni per la modellazione di linee elettriche, aiutando gli utenti aziendali a creare ricostruzioni 3D dettagliate di linee elettriche sottili.

pix4d

DroneDeploy

DroneDeploy è uno strumento di mappatura completo con una gamma di funzionalità per massimizzare le missioni di rilevamento dei droni.

Automatizza mappe e voli fotografici per droni DJI utilizzando l’app mobile di DroneDeploy; creare mappe, report e modelli 3D precisi e ad alta risoluzione, nonché mappe live 2D in tempo reale per un’analisi immediata.

Abilita i team con elaborazione di immagini cloud illimitata e opzioni di collaborazione, esportazione e integrazione con un solo clic.

agisoft

Trimble VRS

Trimble VRS offre accesso istantaneo ai servizi di posizionamento RTK utilizzando una rete di stazioni di riferimento permanenti e continuamente operative.

L’affidabile rete di Trimble VRS garantisce una connettività ininterrotta, quindi non devi preoccuparti di segnali persi.

Trimble VRS è facile da usare (basta collegare, correggere e misurare), consente l’inizializzazione istantanea (precisione completa istantaneamente in condizioni ottimali) ed è uno strumento ad alta precisione (precisione superiore a 2 cm per lavori che richiedono il massimo livello di precisione di posizionamento ).

airmap

Pix4D

Pix4D è stato progettato per consentire ai professionisti di generare dati 2D e 3D di alta qualità attraverso l’uso di immagini aeree.

L’aspetto fotogrammetrico del software utilizza le immagini catturate dagli UAV per generare risultati che vanno dalle nuvole di punti ai modelli digitali di superficie e terreno, dagli ortomosaici ai modelli testurizzati.

Seleziona il piano di volo perfetto per il tuo progetto e monitora l’acquisizione dell’immagine in tempo reale.

dronedeploy

Agisoft Metashape

Usa Agisoft Metashape per eseguire l’elaborazione fotogrammetrica di immagini digitali e generare dati spaziali 3D da utilizzare nelle applicazioni GIS.

L’edizione standard consente di eseguire cuciture panoramiche, generazione/texture di modelli 3D, generazione di nuvole di punti dense e triangolazione fotogrammetrica.

È disponibile anche un pacchetto Professional, con funzionalità estese come la modellazione 4D, l’accesso allo script Python per consentire la personalizzazione dei flussi di lavoro di elaborazione e l’esportazione di dati di ortomosaici georeferenziati.

trimblevrs

AirMap JobSight

La piattaforma AirMap JobSight offre un gemello digitale sicuro, affidabile e accurato dello spazio aereo.

La tecnologia di automazione dello spazio aereo di AirMap offre un quadro operativo comune e in tempo reale dello spazio aereo a bassa quota a tutte le parti interessate, mentre la tecnologia di automazione del volo di AirMap consente agli operatori aziendali di integrare i droni nelle loro operazioni.

Altri punti salienti includono il motore del flusso di dati di AirMap che automatizza l’intero ciclo di vita dei dati dei sensori dei droni.

Semplifica le tue operazioni commerciali

DJI FlightHub: gestisci l’intera operazione del tuo drone utilizzando DJI FlightHub, inclusa l’edizione Enterprise. Se stai gestendo più droni e piloti, mentre ti destreggi tra più operazioni, DJI FlightHub ti fornirà un’immagine live e completa dell’intero programma di droni. I punti salienti includono la comunicazione in tempo reale con i piloti durante le operazioni dal vivo; facile registrazione e gestione del registro di volo; gestire attrezzature, piloti e voli individuali in tutta la tua organizzazione; e strumenti di pianificazione delle missioni semplici da usare per aumentare l’efficienza.

DJI GS Pro: migliora le tue operazioni con i droni con DJI Ground Station Pro (DJI GS Pro), un’app per iPad. GS Pro ti consente di condurre missioni di volo automatizzate, gestire i dati di volo sul cloud e collaborare tra progetti per eseguire in modo efficiente il tuo programma di droni. GS Pro ti consente di eseguire il backup dei dati di volo nel cloud; coordinare i team e designare i ruoli per semplicità e chiarezza della missione; e generare percorsi di volo efficienti e caricare i dati raccolti nel software di ricostruzione per generare mappe 3D.

Soarizon: questo pacchetto software integrato consente agli operatori di pianificare, volare, analizzare e tracciare le loro missioni con droni in qualsiasi parte del mondo, aumentando la facilità e l’efficacia dei programmi UAV commerciali. Questo ecosistema sicuro ed efficiente fornisce agli operatori una pianificazione avanzata delle missioni, dati dello spazio aereo e visualizzazione 3D, strumenti di valutazione del rischio, NOTAM e funzionalità di mappatura, tutto in un unico posto.

QUANTO È ACCURATO UN RILEVAMENTO CON DRONE?

Ottieni una precisione a livello di centimetro.

Puoi fare affidamento sui dati dei droni

Le soluzioni di rilevamento dei droni possono produrre diversi gradi di precisione, a seconda dei requisiti del progetto.

In uno studio indipendente di DroneDeploy, il DJI Phantom 4 RTK ha raggiunto una precisione verticale relativa di 2 cm e una precisione orizzontale relativa di 1,20 cm.

Un rapporto sulla precisione con il cliente Heliguy Terra Drone Europe ha anche mostrato che il DJI Phantom 4 RTK può raggiungere una precisione di 3 cm-4 cm senza la necessità di posare alcun punto di controllo a terra.

Per alcune applicazioni, come il controllo della crescita delle colture o l’avanzamento della costruzione, è sufficiente un’elevata precisione relativa. Per altri lavori che richiedono anche un’elevata precisione assoluta, ci sono droni dotati di funzionalità Real-Time Kinematic (RTK) e Post-Processed Kinematic (PPK). Se abbinato ad alcuni punti di controllo a terra, è possibile ottenere una precisione a livello di rilevamento.

“Non solo è possibile ottenere risultati accurati, ma nella maggior parte dei casi l’utilizzo del Phantom 4 RTK per i sondaggi ridurrà i costi associati ai metodi tradizionali, inclusi quelli spesi in manodopera, hardware e software. Ciò si accompagna anche ai vantaggi generali ottenuti dai nostri clienti, come una maggiore produttività, tempi più rapidi per ottenere informazioni dettagliate, una migliore collaborazione e una maggiore sicurezza sul posto di lavoro.”

Verdetto: DroneDeploy dopo aver testato la precisione del DJI Phantom 4 RTK

Ground Sample Distance (GSD) è la terminologia utilizzata per descrivere quanta distanza al suolo viene visualizzata tra ogni centro pixel dell’immagine. Ad esempio, se il GSD è di 1,5 cm, ogni singolo pixel sull’immagine si riferisce a 1,5 cm quadrati a terra.

GSD dipende da due fattori:

  1. Altezza di volo: più in alto voli, maggiore diventa il tuo GSD.
  2. Risoluzione della fotocamera: maggiore è la risoluzione, migliore è il dettaglio del suolo che può essere mostrato nella fotografia, il che significa un GSD inferiore.

È anche importante ricordare che se il tuo progetto richiede una precisione specifica, il tuo GSD non deve superarlo. Ad esempio, se stai mirando a raggiungere una precisione relativa finale di 2 cm, il tuo GSD non dovrebbe essere superiore a 2 cm.

COSA SONO I PUNTI DI CONTROLLO A TERRA?

Aiuta a catturare dati accurati dei droni.

RTK può ridurre la necessità di GCP

Quando si tratta di ottenere una precisione di livello di rilevamento dalla mappatura dei droni, l’utilizzo di GCP è stato tradizionalmente il metodo principale.

I punti di controllo a terra – o GCP come sono noti – sono punti contrassegnati sul terreno che hanno una posizione geografica nota.

Per le applicazioni di rilevamento aereo, i GCP sono in genere necessari in quanto possono migliorare il posizionamento e l’accuratezza dei risultati della mappatura. In effetti, i GCP consentono al drone di rilevamento di ottenere dati abbastanza accurati.

GCP

Tuttavia, adottare questo approccio ha i suoi svantaggi. Questo metodo può essere laborioso, poiché richiede la disposizione e la geolocalizzazione precisa di numerosi punti di controllo, e può richiedere una grande quantità di preparazione. In alcuni casi, viene dedicato più tempo alla posa dei GCP che alla conduzione della stessa mappatura dei droni.

Esiste un modo per ridurre al minimo o eliminare la necessità di GCP, ovvero utilizzare le tecnologie correttive RTK e PPK. E i droni come DJI Phantom 4 RTK e M300 RTK beneficiano di questa tecnologia per semplificare le missioni di rilevamento dei droni.

Adottare questo approccio può eliminare, o certamente ridurre, il numero di GCP necessari. L’utilizzo di questa tecnologia può far risparmiare il 75% del tempo e dei soldi spesi per la configurazione della mappatura dei droni, è stato stimato, e può portare a dati precisi al centimetro.

MAPPATURA DRONE CASI DI UTILIZZO

“Il punto di forza unico del DJI Phantom 4 RTK è che è in grado di registrare l’esatto set di coordinate al momento dell’acquisizione dell’immagine utilizzando RTK GNSS. Ciò riduce il numero di punti di controllo a terra necessari, riducendo la quantità di tempo necessaria essere in loco mantenendo lo stesso livello di precisione.”

     Rapporto sulla precisione di Terra Drone Europe Phantom 4 RTK

PPK VS RTK

Qual è il migliore per le tue missioni di rilevamento dei droni?

I piloti di droni possono sfruttare PPK (cinematica post-elaborata) e RTK (cinematica in tempo reale) durante i progetti di rilevamento e mappatura. Ma qual è la differenza?

RTK è una tecnica di correzione GPS che fornisce correzioni in tempo reale ai dati sulla posizione quando il drone di rilevamento sta catturando foto di un sito. La correzione in tempo reale è un importante vantaggio del settore.
PPK è un’altra tecnica della tecnologia di correzione GPS che funziona per correggere i dati sulla posizione, nel cloud dopo che i dati del drone sono stati acquisiti e caricati.
In altre parole, ciò significa che in termini di correzione della posizione, RTK lo fa durante il volo, mentre PPK apporta le modifiche in seguito.

ppk_rtk

RTK ha molti vantaggi, come la precisione millimetrica dell’aeromobile durante il volo e la geolocalizzazione accurata delle informazioni acquisite dall’aeromobile.

Tuttavia, l’RTK richiede una stazione base molto specifica e altre apparecchiature che lavorano insieme per elaborare i dati in tempo reale e i segnali possono essere ostruiti con conseguente perdita dei dati di correzione. Questo non è un problema con PPK.

PPK rimuove anche il requisito per i GCP risparmiando ulteriore tempo sul campo.

 

RILIEVO CON E SENZA RTK

Ecco una ripartizione dei vantaggi dell’utilizzo di un drone con RTK, rispetto al fare affidamento solo sui punti di controllo a terra o al pilotaggio di un UAV senza RTK.

Forse la migliore combinazione è schierare un drone con RTK e un piccolo numero di punti di controllo a terra strategicamente posizionati.

Avendo pilotato il DJI Phantom 4 RTK, Terra Drone Europe ritiene che in alcuni casi la precisione che può essere raggiunta senza alcun GCP sia inferiore a 3-4 cm, ma quando è necessaria una maggiore precisione, è consigliabile utilizzare un numero punti di controllo – ma è ancora una riduzione rispetto ai metodi di rilevamento tradizionali.

 

Solo GCPs

Drone senza RTK

Drone con RTK

Drone con RTK + GCP

Accuratezza

Alto

Basso

Alto

Il più alto

Velocità

Basso

Alto

Alto

Medio/Alto

Costo

Alto

Basso

Basso

Basso

Solo GCP

  • Alta accuratezza
  • Bassa velocità
  • Alto costo

Drone senza RTK

  • Bassa accuratezza
  • Alta velocità
  • Basso costo

Drone con RTK

  • Alta accuratezza
  • Alta velocità
  • Basso costo

RTK + GCP

  • La più alta accuratezza
  • Media/Alta velocità
  • Basso costo

FOTOGRAMMETRIA CON DRONE VS LIDAR

Scegli la soluzione giusta per le tue esigenze.

Nelle missioni di rilevamento dei droni, la scelta tra fotogrammetria (sopra, a destra) e LiDAR (sotto, a destra) dipende molto dalla tua missione e dal tuo budget.

La fotogrammetria del drone è quando un drone cattura un gran numero di immagini ad alta risoluzione su un’area specifica. È possibile utilizzare queste immagini per ricostruire il terreno in 3D utilizzando la sovrapposizione delle immagini e un sufficiente controllo del suolo.

La fotogrammetria è la migliore per la mappatura, i sondaggi, l’estrazione mineraria, un’ampia copertura combinata con un’elevata precisione orizzontale e verticale.

Al contrario, LiDAR (che sta per rilevamento e raggio della luce) è una tecnologia di telerilevamento che utilizza impulsi laser rapidi per mappare la superficie della terra.

LiDAR è utile quando viene utilizzato per creare superfici digitali ad alta risoluzione, modelli di terreno e di elevazione utilizzati per varie applicazioni aziendali.

Sia la fotogrammetria che il LIDAR possono fornire notevoli livelli di accuratezza del modello 3D, soprattutto rispetto ai metodi di campionamento terrestre.

 

lidar-1
lidar-2

Un grande vantaggio della fotogrammetria è che questa tecnica non solo genera modelli 3D accurati, ma anche informazioni a colori e ad alta risoluzione per ogni punto di quel modello, fornendo un contesto visivo chiaro.

Ciò rende l’interpretazione e l’analisi dei risultati molto più semplice rispetto a una nuvola di punti LiDAR pura.

Tuttavia, quando si tratta di rilevare terreni con una fitta vegetazione, dove gli impulsi luminosi possono ancora penetrare tra rami e foglie, LiDAR ottiene informazioni altamente dettagliate.

Questo è un grande vantaggio rispetto alla fotogrammetria, poiché la fotogrammetria può produrre rilievi accurati solo quando sul sito è presente una vegetazione sparsa. Sebbene LiDAR abbia limitazioni simili, in buone condizioni può penetrare in aree con fino al 90% di vegetazione. (La fotogrammetria si avvicina al 60%).

Una delle maggiori differenze tra fotogrammetria e LiDAR è il prezzo.

Grazie all’innovazione, LiDAR è diventata una soluzione molto più accessibile di prima. Detto questo, ha ancora un prezzo ed è una soluzione più costosa della fotogrammetria.

Un sistema lidar basato su droni può farti risparmiare decine di migliaia di sterline, mentre un DJI Phantom 4 RTK costerà qualche migliaio di sterline ed è più facile da usare.

Sensore LiDAR per drone Zenmuse DJI L1

Il DJI Zenmuse L1 integra un modulo LiDAR e una fotocamera RGB da 20 MP, insieme a un’IMU ad alta precisione.

Progettato esclusivamente per il drone DJI M300 RTK, L1 è una soluzione LiDAR robusta ed efficiente, in grado di coprire fino a 2 km² in un singolo volo e in grado di raggiungere precisioni di 5 cm (verticale) e 10 cm (orizzontale) a 50 m di altitudine di volo.

Con un tasso di punti di 240.000 punti al secondo, che può essere aumentato grazie alla capacità di L1 di supportare fino a 3 ritorni, L1 può essere utilizzato per creare nuvole di punti altamente dettagliate e dense.

Usa Point Cloud LiveView per ottenere nuvole di punti in tempo reale, mentre la telecamera RGB aiuta a dare colore ai tuoi dati. La camera RGB può essere utilizzata anche per missioni di fotogrammetria..

L1 è una soluzione LiDAR robusta, grazie alla sua classificazione IP54, che garantisce prestazioni affidabili in condizioni meteorologiche difficili e consente maggiori opportunità di acquisire dati.

L1 può essere utilizzato in combinazione con il pacchetto software di rilevamento drone, DJI Terra, per una soluzione di rilevamento end-to-end all’interno dell’ecosistema DJI.

Acquista DJI L1

GeoSLAM ZEB Orizzonte

Il GeoSLAM ZEB Horizon è uno scanner laser 3D che può essere integrato con il DJI M600 Pro tramite un supporto UAV.

Questa tecnologia di mappatura aerea leggera e compatta ha una portata di 100 m e può acquisire 300.000 punti al secondo con una precisione di 1-3 cm.

Può essere utilizzato in aree remote con GPS scarso e consente agli operatori di acquisire dati per la modellazione 3D, eseguire calcoli sul volume dei materiali e sul tonnellaggio e raccogliere misurazioni di planimetrie e edifici.

ZEB Horizon può essere utilizzato per una vasta gamma di missioni, tra cui silvicoltura, linee elettriche, ferrovie, agricoltura, estrazione mineraria e cantieri.

I dati raccolti da ZEB Horizon possono essere elaborati utilizzando GeoSlam Hub e Draw, trasformando i tuoi dati 3D in informazioni fruibili e risultati preziosi in pochi minuti.

QUALI SONO I MIGLIORI DRONI PER IL RILEVAMENTO?

Strumenti di nuova generazione per massimizzare i risultati.

In qualità di produttore leader mondiale di droni, DJI ha costruito una gamma di velivoli per aiutare a trasformare i flussi di lavoro di rilevamento e mappatura e fornire ai team dati accurati di cui potersi fidare.

Di seguito è riportata una selezione di droni dell’ecosistema DJI che assisteranno le tue missioni di mappatura.

M300 RTK

m300rtk

L’M300 RTK è il drone di punta di DJI.

È classificato IP45, può volare fino a 55 minuti, può trasportare fino a tre payload contemporaneamente e dispone di funzioni di sicurezza avanzate.

Per il rilevamento, accoppiare l’M300 RTK con i payload P1 o L1. La P1 è una fotocamera full frame da 45 MP ad alta risoluzione, ideale per la fotogrammetria. Combina un modulo Lidar, una telecamera RGB e un’IMU ad alta precisione.

Per una maggiore efficienza della missione, l’M300 RTK può anche essere integrato con la serie H20; con l’H20T con capacità termiche, zoom, grandangolo e telemetro laser.

ACQUISTA M300 RTK

Phantom 4 RTK

Il DJI Phantom 4 RTK è una soluzione di mappatura di droni a bassa quota compatta e precisa.

Progettato esclusivamente per il rilevamento aereo, il suo sensore CMOS da 1″ può acquisire immagini da 20 MP.

Il Phantom 4 RTK è in grado di raggiungere una precisione di posizionamento orizzontale RTK di 1 cm + 1 ppm e una precisione di posizionamento verticale RTK di 1,5 cm + 1 ppm.

Un nuovo modulo RTK è integrato direttamente nel Phantom 4 RTK, fornendo dati di posizionamento in tempo reale a livello di centimetri per una migliore precisione assoluta sui metadati dell’immagine.

ACQUISTA PHANTOM 4 RTK

M210 RTK V2

m210rtkv2

Associa il DJI M210 RTK V2 con una fotocamera X7 per una soluzione di rilevamento robusta e robusta.

La fotocamera X7 può acquisire immagini da 24 MP e dispone di obiettivi da 24 mm e 35 mm, fornendo diverse lunghezze focali.

Il drone è classificato IP43 e le sue doppie antenne RTK forniscono una potente resistenza a interferenza elettromagnetica.

L’M210 RTK V2 è anche una soluzione flessibile, in grado di essere integrata con una gamma di telecamere, come XT2 o Z30, e payload di terze parti.

ACQUISTA M210 RTK V2

M600 Pro

Il DJI M600 Pro è una robusta soluzione di rilevamento per carichi pesanti.
Il DJI M600 Pro utilizza il sistema di trasmissione Lightbridge 2 HD e ha una tripla ridondanza insieme ad algoritmi che aiutano i piloti a ottenere informazioni diagnostiche accurate in tempo reale.

Il drone può essere integrato con payload di terze parti ad alta risoluzione, come il sensore Sony RX1R II, per renderlo una piattaforma completa di rilevamento e mappatura. Può anche trasportare sensori di qualità come Z30 e XT2 per una maggiore versatilità di missione.

ACQUISTA M600 PRO

Phantom 4 Multispectral

p4multispectral

Raccogli dati precisi a livello di impianto utilizzando il DJI Phantom 4 Multispectral ad alta precisione.

Accedi alle informazioni raccolte da una telecamera RGB e da un array di telecamere multispettrali con cinque telecamere che coprono le bande Blue, Green, Red, Red Edge e Near Infrared, tutte a 2 MP con otturatore globale, su un gimbal stabilizzato a 3 assi.

L’imaging multispettrale misura le bande dello spettro elettromagnetico diverse dalla luce visibile e ciascuna banda può essere utilizzata per ricavare informazioni diverse dalla stessa immagine. I dati multispettrali possono essere utilizzati per ottenere dati agricoli vitali.

ACQUISTA P4 MULTISPECTRAL

IN CHE MODO ELITE CONSULTING POTENZIA I TUOI RILEVAMENTI CON DRONI?

Parla con il nostro esperto di fotogrammetria.

Un track record di fornitura e supporto

Essendo uno dei principali fornitori di droni in Italia, Elite Consulting ha una comprovata esperienza nel supportare i principali clienti che utilizzano velivoli senza pilota per il rilevamento.

Abbiamo un team aziendale dedicato, incluso uno specialista di fotogrammetria, Alessandro Rabbia (nella foto, a destra), che aiuta i topografi a massimizzare i loro programmi di droni, utilizzare i dati raccolti e aumentare il ritorno sull’investimento.

Alessandro fornisce un supporto completo del flusso di lavoro ai nostri clienti commerciali, con particolare attenzione alla mappatura spaziale, alla fotogrammetria, al rilevamento e al LiDAR, e offre consulenza specialistica e dedicata sul miglior hardware e software del settore.

Come un vero one-stop-shop, Elite Consulting può supportare ogni fase del tuo programma di droni commerciali, con un team di esperti di formazione sui droni, tecnici interni formati da DJI per riparazioni e progetti personalizzati, soluzioni finanziarie innovative per consentire il successo adozione e ridimensionamento e una gamma di opzioni di fornitura di hardware, incluso il noleggio.

Con magazzini a Roma, e DJI Store a Roma e Milano, Elite Consulting è in grado di fornire piloti di droni e supportare progetti UAS in tutta Italia.

DOMANDE FREQUENTI

Domande comuni sui droni per il rilevamento

Il rilevamento ha molte strade oltre alla fotogrammetria, molte delle quali non sono possibili con i droni e non forniscono la precisione richiesta. Tuttavia, i droni sono un metodo importante e spesso molto efficiente per raccogliere dati topografici che stanno diventando uno strumento molto più comune per raccogliere dati di rilievo. I droni non sostituiranno i topografi, ma consentiranno loro solo di produrre risultati migliori a una velocità maggiore.

Sì. Il Phantom 4 RTK ha potenziali vantaggi nel settore delle ispezioni con le organizzazioni della rete elettrica che utilizzano il sistema di trasmissione Ocysync 2.0 per ottenere voli senza ostacoli e senza interferenze quando si opera in aree ad alta interferenza.

No. Sia i topografi qualificati che quelli non qualificati possono utilizzare un drone per scopi di rilevamento. Un drone per rilievi funziona in modo molto simile a un drone standard, ma produce risultati più accurati che possono essere utilizzati per ricavare informazioni spaziali.

Senza GCP = 30-40mm

Con 3/4 GCP = 15 mm

(Esempio basato su 250 m x 100 m)

I migliori droni DJI sono Phantom 4 RTK, Matrice 210 RTK V2 e Matrice 600 con payload di terze parti ad alta risoluzione.