Campionamento acqua con il drone

campionamento_acqua_drone

Hatch utilizza la tecnologia per raggiungere nuove profondità

Il campionamento delle acque del lago di Pit è un’attività altamente rischiosa e tradizionalmente svolta da personale ambientale in siti minerari attivi in tutto il mondo. I rischi includono cadute da altezze, cadute di roccia, frane, tsunami, ipotermia e affogamento. Lo scorso anno, i dipendenti dei gruppi tecnologici e idrici presso Hatch, un’impresa di ingegneria leader, si sono riuniti per sviluppare un processo più innovativo per raccogliere campioni di acqua da crateri inondati, bacini di decantazione, stagni di evaporazione e altri corpi idrici per mantenere il personale al sicuro dai rischi pericolosi associati a questa attività. Pierre Filiatreault, a capo dei servizi UAV ad Hatch spiega: “Nella nostra linea di attività, l’utilizzo di UAV può ridurre significativamente i potenziali rischi associati a compiti pericolosi che ci sono affrontati. Nella maggior parte dei casi, i UAV possono anche raccogliere informazioni in modo più efficiente e a costi inferiori. Sapevamo che incorporando nuove tecnologie avremmo trovato un metodo migliore che supporti i nostri valori fondamentali di sicurezza “.

DJI M600
Pierre Filiatreault che pilota il M600 sopra il sommerso Pamour Pit in Ontario, Canada.

Accettata la sfida, Hatch ha sviluppato un dispositivo che si attacca facilmente ad una piattaforma aerea DJI Matrice 600 per consentire la raccolta di campioni di acqua evitando completamente la necessità che i minatori debbano accedere alla superficie dell’acqua. Hatch ha ricevuto un brevetto provvisorio per l’accessorio dall’Ufficio brevetti statunitense nel 2016 e ha presentato un brevetto completo statunitense, oltre a un brevetto fornito dal Trattato Internazionale dei Brevetti (PCT) di quest’anno. Il mese scorso, una squadra di dipendenti di Hatch ha fatto qualcosa che non è mai stato fatto prima. Utilizzando questa tecnologia, hanno raccolto l’acqua da un pozzo inondato ad una profondità di 80 metri senza attraversare il perimetro del pozzo e senza galleggiare sulla superficie utilizzando barche, stabilendo un record mondiale. Il campionamento è avvenuto presso i pozzi inondati di Pamour e Owl Creek nei pressi di Timmins, Ontario, Canada.

UAV in azione
Campionamento acque con UAV in azione, raccogliendo un campione a una profondità di 80 metri​

Il drone ha raccolto il campione di acqua e la squadra ha potuto analizzarlo rapidamente per pH, specie di ferro e arsenico totale usando il laboratorio di test idraulico ad Hatch. Combinando tutte queste funzionalità tecniche, siamo riusciti a fornire al cliente le interpretazioni immediate dei risultati, eliminando un’enorme quantità di rischio. In totale sono stati raccolti sei campioni di 1,2 litri da profondità superficiale, media e profonda, insieme a tre profili in sito di temperatura, conducibilità elettrica e densità. “Questo è un ottimo esempio di come gli UAV sono una tecnologia dirompente, che può fornire miglioramenti sostanziali in una vasta gamma di industrie. Hatch sta indagando continuamente sulle opportunità di utilizzare nuove tecnologie per migliorare i propri servizi e continuare ad aggiungere valore ai progetti del cliente “, ha proseguito Filiatreault.

campionamento_acqua_drone

Foto del team (da sinistra a destra): Stephanie Thibeault (Goldcorp ‐ Porcupine Gold Mines), Brian Straight (Hatch ‐ Fort Collins), Jacqueline Varey (Hatch ‐ Burlington), Pierre Filiatreault (Hatch ‐ Sudbury), Londie Cameron (Goldcorp ‐ Porcupine Gold Mines) e Devin Castendyk (Hatch ‐ Fort Collins)

Questo elemento è stato inserito in Blog e taggato .

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se disabiliti i cookie alcune funzionalità non saranno disponibili.