Il DJI M300 RTK è stato utilizzato per condurre un conteggio dei cuccioli di foca, raccogliendo dati in modo più rapido e accurato che mai. La telecamera di rilevamento P1 ha catturato immagini ad alta risoluzione da 120 m, l’H20T è stato utilizzato per i dati termici e l’M300 RTK ha gestito forti venti per consentire rilievi più regolari.

droni foche
  • DJI M300 RTK descritto come “sbalorditivo e incredibile” dopo il conteggio dei cuccioli di foca;
  • La fotocamera P1 ha raccolto immagini ad alta risoluzione da 120 metri, aiutando a completare i rilievi in ​​15 minuti, rispetto a un giorno a piedi;
  • Termocamera H20T utilizzata per verificare i risultati;
  • L’M300 RTK ha gestito venti a 30 miglia all’ora e pioviggine, consentendo operazioni in condizioni in cui altri droni avrebbero dovuto essere messi a terra;
  • Il drone ha fornito ai ranger un quadro più completo del rilevamento, ha raggiunto le isole periferiche che sono in genere di difficile accesso e ha reso il rilevamento più efficiente, accurato ed economico.

Il DJI M300 RTK è stato utilizzato per condurre un conteggio dei cuccioli di foca, raccogliendo dati in modo più rapido e accurato che mai.

Il drone è stato schierato sulle isole Farne, al largo della costa nord-orientale dell’Inghilterra, con la fotocamera fotogrammetrica P1 da 45 MP, che ha aiutato a raccogliere immagini cristalline da 120 metri e a completare i rilevamenti in soli 15 minuti. L’immagine seguente mostra il livello di dettaglio ottenuto dalla fotocamera da un’altitudine così elevata.

droni foche

Per aiutare a verificare i numeri dei cuccioli di foca e migliorare ulteriormente l’accuratezza dei risultati, le immagini termiche dei droni – raccolte tramite l’H20T – sono state utilizzate per la prima volta durante il conteggio annuale.

Una soluzione robusta, l’M300 RTK ha resistito ai rigori dell’ambiente ostile del Mare del Nord, compresi i venti a 30 mph; gestire in modo impeccabile condizioni in cui altri droni dovrebbero essere messi a terra.

Il drone ha consentito agli ambientalisti di osservare vaste aree in modo rapido e semplice; contare intere popolazioni anziché solo un campione; era meno invadente e stressante per gli animali rispetto ai metodi manuali sul campo; abilitato sondaggi coerenti ogni quattro giorni; e ha permesso di contare i cuccioli su isole periferiche difficili da raggiungere in condizioni difficili.

Le Isole Farne sono curate dal National Trust e i droni sono stati utilizzati per condurre i conteggi delle foche ogni anno dal 2018 (sebbene l’anno scorso sia stato annullato a causa della pandemia di Covid).

È stata la prima volta che l’M300 RTK è stato utilizzato per la ricerca. Ritchie Southerton, che ha condotto il sondaggio per conto di TerraDrone Europe, ha dichiarato: “L’M300 RTK è sbalorditivo: un incredibile pezzo di kit, specialmente se abbinato alla fotocamera P1 per il rilevamento. La sua capacità di volare in condizioni difficili e catturare immagini cristalline i dati erano incredibili”.

droni foche

M300 RTK e P1

Negli anni precedenti, Ritchie ha utilizzato il DJI Phantom 4 Pro per il sondaggio. Sebbene fosse una soluzione affidabile, non era paragonabile a M300 RTK e P1, una fotocamera fotogrammetrica dedicata.

m300 p1

Grazie al sensore full frame da 45 MP del P1, Ritchie è stato in grado di acquisire dati di qualità da 120 metri, il che significa che poteva rilevare un’intera isola in appena un quarto d’ora. Ci sarebbero voluti 45 minuti per acquisire gli stessi dati con il Phantom 4 Pro, o un’intera giornata a piedi!

Ha detto: “L’M300 e il P1 sono un punto di svolta per il rilevamento fotogrammetrico aereo. La risoluzione del P1 ci ha permesso di volare più in alto e più velocemente, consentendo di coprire più isole ogni giorno. E la qualità dei dati era così buona – raggiungendo 1,6 cm per pixel.”

Questo è dimostrato nell’immagine qui sotto. Guarda quanta parte dell’isola può essere catturata in uno scatto…

foca

…e controlla la qualità dell’immagine quando ingrandisci.

zoom

Ad esempio, guarda la chiarezza della muratura sulle strutture. I pannelli solari sono cristallini, si possono contare le singole lastre sul pavimento e si può distinguere ogni piolo del percorso.

Questo livello di dettaglio (da 120 metri ricordate!!) dimostra come il P1 possa beneficiare dei rilievi, realizzando ortomosaici 2D dettagliati e ad alta risoluzione. Questi dati possono essere utilizzati anche per costruire modelli 3D nitidi.

M300 RTK e H20T

Il conteggio dei cuccioli di foca del 2021 ha visto l’imaging termico dei droni utilizzato per la prima volta. È stato distribuito l’H20T, con una risoluzione di 640 x 512 pixel. Una soluzione a quattro sensori, la fotocamera dispone anche di grandangolo, zoom e telemetro laser per migliorare l’efficienza della missione.

m300 h20t

Il ranger delle isole Farne, Thomas Hendry, ha dichiarato: “La tecnologia di imaging termico extra è stata utile ora che le isole stanno supportando sempre più cuccioli e la popolazione è più densa.

“Ci ha permesso di rilevare eventuali cuccioli di foca che purtroppo non erano sopravvissuti, in modo che non fossero accidentalmente inclusi nei nostri numeri”.

Ritchie ha aggiunto che la termica ha anche permesso al team di identificare i sigilli che erano difficili da individuare con l’occhio visivo, come dimostra l’immagine qui sotto.

Un ulteriore vantaggio dell’utilizzo dell’H20T è stata la possibilità di vedere una vista della telecamera affiancata, confrontando i dati termici e visivi in tempo reale, come mostra l’immagine qui sotto.

M300 RTK: una soluzione robusta per i droni

L’M300 RTK è il drone aziendale più robusto e resistente alle intemperie di DJI fino ad oggi, con un grado di protezione IP45 e la capacità di gestire venti a 33 miglia orarie.

E ha resistito alle esigenze di operare in un ambiente costiero spietato all’inizio dell’inverno, consentendo maggiori opportunità di volo nel processo.

Ritchie ha dichiarato: “Rispetto ad altri droni, il tempo ha avuto un impatto minore sulle operazioni con l’M300.

“Lavorare nel Mare del Nord non è mai il massimo, ma l’M300 RTK è stato impeccabile, anche con venti a 30 miglia all’ora, e siamo stati in grado di condurre rilievi perfetti. Ha anche volato in modo affidabile in caso di pioggia forte.

“Nessun altro drone – nemmeno la serie DJI M200 – potrebbe gestire quelle condizioni ventose e avrebbe dovuto essere messo a terra, limitando il tempo di raccolta dati – ma non l’M300 RTK!”

La scienza dietro l’indagine

Migliaia di foche adulte tornano ogni anno alle Isole Farne per fare cuccioli, in genere dando alla luce un cucciolo.

Il tasso di sopravvivenza varia di anno in anno, ma nonostante ciò, l’ultimo numero di cuccioli di foca registrato nel 2019 ha raggiunto il record di 2.823, un aumento del 62% negli ultimi cinque anni.

foche

Si ritiene che i numeri raggiungeranno numeri record quest’anno, con statistiche ufficiali che saranno annunciate nel febbraio 2022.

L’uso della fotografia con i droni ha permesso ai ranger di contare in modo rapido e accurato i cuccioli di foca sulle immagini utilizzando l’apprendimento automatico basato su computer, rendendo i sondaggi più rapidi, più convenienti e più accurati di quanto fosse possibile in precedenza.

Il ranger di Farne Islands, Thomas Hendry, ha dichiarato: “Una volta che le foche sono nate, vengono spruzzate con un innocuo colorante vegetale per indicare la settimana in cui sono nate. L’uso di una rotazione di tre o quattro colori ci consente di tenere traccia dei numeri.

“Il drone ci offre una visuale eccellente delle isole e dalle immagini nitide possiamo contare il numero totale di cuccioli di foca nati su ogni isola. Poiché il filmato viene ripreso mentre stiamo eseguendo un conteggio visivo, possiamo confrontare diversi metodi di conteggio per confrontare i numeri che otteniamo a terra.

“Da quando abbiamo iniziato a utilizzare il drone nel 2018 sembra che raccolga costantemente più foche di quante ne possiamo vedere dal monitoraggio a terra, che è diventato sempre più difficile negli ultimi cinque anni con la colonia che è diventata molto più densa a causa del numero crescente di cuccioli. essendo nato.”

Lascia un commento