I droni stanno arrivando – e possono salvarti la vita

dji_droni_polizia

I droni sono stati il piatto caldo allo SHOT Show di quest’anno, con entrambi gli UAV e gli accessori in mostra.

Un’attrazione chiave allo SHOT Show ogni anno è il programma di educazione alle forze dell’ordine (LEEP), con presentazioni sull’applicazione della tecnologia e dei metodi di allenamento, e le ultime strategie per una risposta di successo e un coinvolgimento in scena. Nell’ambito della sessione intitolata Counter Ambush: Care Under Fire, è stato affrontato l’uso di droni per la sorveglianza, il monitoraggio e la consegna dei materiali.

Prima che l’ex ufficiale delle forze armate e delle forze dell’ordine Mike Briant consegnasse la sessione al pilota UAV (Matt Ulo) Matt Sloane, Mike ha descritto e dimostrato i molti modi in cui il linguaggio del corpo può dire che un criminale sta per attaccare, come mitigare l’attacco e, cosa più importante, come contrattaccare per metterli fuori equilibrio e permetterti di fare spazio prima di estrarre la tua arma. L’editorialista di Police One, Dick Fairburn, discute del contrattacco e dell’enorme uso della forza in questo articolo.

ELEMENTO DI SORPRESA

Un grande vantaggio di un veicolo aereo senza pilota (UAV) è che funziona nello spazio tridimensionale, offrendo un punto di osservazione elevato e il vantaggio della sorpresa. Gli UAV sono significativamente più piccoli e silenziosi rispetto agli elicotteri, e alcuni nuovi droni sono abbastanza silenziosi da farli perdere nel rumore di sottofondo.

Proprio come un ufficiale dovrebbe avere la sua scelta di armi da fuoco (pistola, fucile o fucile da pattuglia), un pilota UAV ben attrezzato dovrebbe avere la sua scelta di droni, o se il budget non lo consente, un set di accessori adatti alla missione a portata di mano.

Per la sorveglianza e il tracking, gli UAV possono essere equipaggiati con potenti luci fisse o orientabili e/o telecamere termiche. Alcuni droni, come il DJI Mavic 2 Enterprise Dual, sono dotati di una termocamera FLIR MSX incorporata, mentre altri UAV possono essere dotati di telecamere aftermarket. Con l’uso di GPS integrato, software di tracciamento in tempo reale e connessioni video remote, i tuoi ufficiali a terra possono essere indirizzati a un sospetto da più direzioni, facilitando l’acquisizione. In effetti, il Dipartimento di Polizia di Chula Vista in California sta testando un modello di “drone come primo soccorritore”. Nell’ambito del programma IPA di integrazione UAS della FAA, l’agenzia sta facendo volare l’UAV dal tetto del suo edificio del centro 911 direttamente a una chiamata, anche se il drone si allontana dalla visuale visiva del pilota. Un UAV può anche essere utilizzato durante eventi speciali e raduni di massa per controllare attività sospette.

COME I DRONI FACILITANO LA CONSEGNA A DISTANZA DI ATTREZZATURE E FORNITURE

Un’altra applicazione di UAV è di fornire un carico utile. Matt ha dimostrato come anche i piccoli UAV come il DJI Mavic 2 possono consegnare un tourniquet, bende, chiavi, un cellulare o un caricatore pieno di munizioni. L’oggetto può essere attaccato con velcro o consegnato facendolo cadere dall’UAV mentre sta volando usando un dispositivo come il Drone Sky Hook. UAV più grandi, come il Matrice 600 Pro, possono trasportare poco più di 5 chili per un massimo di 18 minuti.

DJI Matrice 600 Pro

Gli UAV possono anche essere usati in ambienti chiusi, a condizione che il pilota sia ben addestrato e che l’UAV sia dotato di protezioni per eliche per evitare che possa causare lesioni.

Drone DJI

Idan Peretz, ex capo dell’unità di addestramento di soccorso e arrampicata della Forza di difesa israeliana, ha un’interessante esperienza nell’usare gli UAV per le forze dell’ordine e l’esercito. Idan ha fondato Highnovate per costruire attrezzature e formare utenti. Idan ha progettato componenti forti, ma leggeri, che consentono a un UAV di posizionare in sicurezza e discrezione ganci di arrampicata/discesa in corda doppia e una linea di demarcazione che può essere utilizzata per tirare la corda in posizione.

DRONI ILLEGALI…

Cosa succede se il tuo problema è un’attività UAV illegale? Ideal Blasting Supply stava mostrando il dji AeroScope nel NEXT Pavilion. AeroScope è in grado di rilevare, identificare e monitorare gli UAV dji. Poiché gli UAV dji sono stimati a costituire due terzi dei droni civili a livello globale, questa è ancora la stragrande maggioranza nell’aria. AeroScope monitora e analizza i segnali elettronici degli UAV, consentendo ai proprietari dei siti e alle forze dell’ordine di proteggere l’integrità degli ambienti sensibili al volo. Sono disponibili unità mobili e fisse, ognuna delle quali può coprire un raggio fino a 12,5 miglia. In effetti, è un lettore di targhe che fornisce le forze dell’ordine con i dati necessari per essere in grado di proteggere in modo rapido ed efficace contro l’intrusione di UAV.

Intercettando il collegamento di comunicazione tra un UAV e il suo radiocomando, AeroScope è in grado di tracciare le informazioni di identificazione in tempo reale tra cui codice seriale UAV, marca e modello, posizione, velocità, latitudine e posizione del radiocomando di terra. Ciò consente all’operatore di intraprendere azioni di mitigazione contro la minaccia e allo stesso tempo poter arrestare il pilota.

TRASPORTO

Prima di poter distribuire il tuo UAV devi farlo arrivare al punto di lancio. Gli UAV più piccoli si piegano, ma gli UAV più grandi devono essere smontati per il trasporto e assemblati per il volo. Pelican ha appena annunciato un set di custodie UAV per droni più grandi che possono trasportarle quasi assemblate per una rapida implementazione. A differenza della precedente linea di custodie, i nuovi sono specifici per UAV con ritagli per l’UAV e tutti gli accessori necessari per il suo volo.

PILOTI UAV

Mentre gli UAV giocattolo sono disponibili quasi ovunque per poche decine di dollari, gli UAV professionali sono molto più costosi, come il DJI Matrice 600 Pro, e sono facilmente danneggiati o persi se pilotati da un individuo non addestrato. Il nostro pilota dimostrativo di sessione LEEP, Matt Crow, è autorizzato sotto la Parte 107 dalla FAA (USA Federal Aviation Administration) per far volare gli UAV sotto i 55 chili. L’esame è simile ma non così ampio come quello usato per gli aerei pilotati. Matt ha dovuto imparare a leggere le carte aeronautiche, come e quando può volare in uno spazio aereo controllato e molto altro ancora prima di poter volare come pilota autorizzato. Per pilotare droni più grandi, Matt aveva bisogno di una deroga sotto l’autorità speciale della FAA per alcuni sistemi senza pilota. Sono necessarie ulteriori esenzioni per volare di notte o per le persone.

Leave a Reply