Lancio di un programma droni nel dipartimento antincendio

DJI Enterprise Drone

Come i vigili del fuoco possono usare i droni durante gli incidenti con materiali pericolosi

Sempre più squadre antincendio in tutto il paese stanno iniziando a fare spazio forse all’apparecchio più leggero in termini di peso, ma forse più pesante in termini di regolamentazione. Esistono numerose applicazioni per droni, o piccoli sistemi aerei senza pilota (sUAS), durante le operazioni di soccorso/anti-incendio, una volta superati gli ostacoli legati alla creazione di un programma responsabile.

USO TATTICO E STRATEGICO DEI DRONI

I leader dei vigili del fuoco/soccorso dovrebbero pensare a un sUAS come a uno strumento di intelligence, sorveglianza e ricognizione con la capacità di fornire agli ufficiali di comando e ai centri operativi di emergenza (EOC) informazioni precedentemente non disponibili o estremamente difficili da ottenere in modo sicuro e tempestivo.
Gli strumenti, inclusi gli accessori, dei sUAS impiegati nelle operazioni di soccorso/anti-incendio includono più di un semplice aiuto “occhio nel cielo” e si espandono a quattro casi tattici e strategici principali:

  1. Osservazione visiva non filtrata in tempo reale:
    Questo tipo di osservazione può essere trasmessa agli ufficiali di unità dell’incidente, agli ufficiali di comando sul campo o alle parti interessate, come ufficiali di comando, PIO, personale politico, ecc., In un EOC attivato.
  2. Termografia: l’ultimo campo all’interno della comunità dell’intelligence
    da sviluppare include l’uso di misure e firme intelligenti (MASINT).
termocamera
  1. Registrazione: la capacità degli investigatori post-evento e degli addetti alla formazione di rivedere la cronologia della risposta agli incidenti è uno strumento inestimabile. Le registrazioni possono essere utilizzate per valutare e insegnare le migliori pratiche in un modo che non era disponibile prima.
  2. Logistica: i sUAS stanno diventando sempre più uno strumento per il trasporto di piccoli oggetti da un punto all’altro, risparmiando tempo ed entrando in luoghi più difficili da raggiungere.

APPLICAZIONI DRONE PER TIPO DI EVENTO

Con le tecnologie che diventano più efficienti e meno costose, l’applicazione di sUAS è cresciuta per le aree urbane, rurali, suburbane e incendi/salvataggi.

Incendi strutturali: quando le unità arrivano sulla scena di un incendio strutturale, un ufficiale di comando o un assistente di ufficiale di comando può preparare e lanciare un sUAS direttamente dal veicolo di comando. Il sUAS prenderebbe il volo per acquisire immagini standard per eseguire in modo più completo e rapido un ingrandimento della scena di tutte le esposizioni, quadranti e lati.

Il volo può anche includere l’analisi di imaging termico dell’integrità strutturale del tetto rapidamente prima che gli equipaggi si schierino per ventilare.

La termografia può anche aiutare a determinare quali quadranti hanno le firme termiche più calde e quali eventuali estensioni esistono.
Con tutta questa intelligenza, le linee di attacco possono essere distribuite in modo più accurato.

Incendi boschivi: il contenimento degli incendi boschivi può essere reso più efficiente con il dispiegamento di un sUAS. Un drone può di più
fornire rapidamente e completamente una valutazione di distanze più lunghe e condizioni più ostili, senza la necessità di impegnare i vigili del fuoco come osservatori. Invece, i vigili del fuoco possono utilizzare le informazioni raccolte per preparare i perimetri di contenimento e le linee di attacco.

Ricerca e soccorso: l’impiego di sUAS per assistere nelle operazioni di ricerca e soccorso fornisce un vantaggio fondamentale per la sicurezza della vita. Come accennato in precedenza, il sUAS può andare dove gli umani non possono o possono farlo più velocemente. Inoltre, le operazioni di volo possono identificare le firme termiche delle vittime, rendendolo particolarmente vantaggioso in situazioni in cui la vittima si trova in uno stato non responsivo o incapace.

Incidenti di massa: l’aumento delle dimensioni della scena è fondamentale in un evento di incidenti di massa. Un sUAS può aiutare laddove le risorse devono essere impiegate inizialmente e continuamente nel modo più efficiente. Una valutazione iniziale panoramica più ampia può essere effettuata utilizzando il sUAS e il drone può librarsi per fornire valutazioni ripetute. La registrazione può essere eseguita per analisi post-incidente e formazione per eventi futuri.

Sostanze pericolose: gli incidenti che coinvolgono materiali pericolosi richiedono un delicato equilibrio tra la priorità alla sicurezza del soccorritore e la risposta all’incidente.
Senza l’esposizione del soccorritore, un sUAS può fornire in sicurezza la lettura di cartelli, l’identificazione delle sostanze e la determinazione
delle direzioni sottovento/valle/discesa.
Non solo un sUAS sarà impiegato in zone calde o fredde, ma può fornire misurazioni multiple e letture di firme.
Queste letture includono elementi di base come la CO2 in gas, liquidi, agenti corrosivi, ecc., più immediatamente pericolosi.

Analisi post-evento: le indagini post-incendio/sostanze pericolose possono trarre vantaggio da una vista dall’alto delle valutazioni dei danni e gli investigatori possono utilizzare le registrazioni dell’incidente reale per assistere nei loro sforzi.

VANTAGGI DEL DRONE

Quando si tratta di sicurezza, le offerte di sUAS possono acquisire intelligenza, con un’esposizione ridotta per i primi soccorritori. Quando viene lanciato, un sUAS può stabilire zone e parametri non sicuri che i soccorritori devono evitare. Ad esempio, ciò include la capacità di informare rapidamente l’equipaggio che l’integrità strutturale del tetto potrebbe portare al collasso.

I droni aiutano con l’efficienza relativa alla determinazione dei migliori metodi di approccio alle diverse risposte agli incidenti. Ad esempio, un sUAS può essere impiegato su un incendio strutturale o boschivo e iniziare a produrre informazioni in pochi minuti.

Per quanto riguarda il risparmio sui costi, l’impiego e la capacità di un sUAS per scopi di raccolta di informazioni possono eguagliare l’osservazione
di diversi soccorritori schierati a piedi o su apparato. Ciò consente di risparmiare denaro alle giurisdizioni distribuendo più risorse
in modo efficiente. Non dover collocare i soccorritori in condizioni ostili senza un’intelligenza adeguata consente inoltre alle giurisdizioni di risparmiare denaro in termini di costi sanitari e benefici.

Man mano che i droni diventano sempre più comuni nei servizi antincendio, è importante che i responsabili dei vigili del fuoco/soccorso valutino come i droni potrebbero inserirsi nella lista delle loro attrezzature per le risposte di emergenza.

dji matrice 300 rtk

4 passaggi per un programma drone di successo nel reparto antincendio

Stabilisci le esigenze e il budget del tuo dipartimento e impara dagli altri dipartimenti e scopri come FirstNet può migliorare le tue comunicazioni di emergenza per portare il tuo primo UAV in volo

Nel servizio antincendio di oggi, è essenziale che i vigili del fuoco comprendano la responsabilità di implementare risorse guidate dalla tecnologia.
Ancora più importante, è fondamentale che i vigili del fuoco riconoscano sia i vantaggi che le responsabilità dell’adozione di questi prodotti e programmi avanzati. Questo è il caso dei droni e delle loro applicazioni al lavoro dei vigili del fuoco e ai loro dipartimenti.

L’implementazione di programmi di veicoli aerei senza pilota (UAV) / sistemi aerei senza pilota (UAS) richiede una pianificazione preliminare e una formazione approfondita e la certificazione, nonché una grande quantità di informazioni relative a politiche, procedure, prodotti e servizi. Ecco i passaggi di base nella creazione di un programma UAV / UAS efficace e responsabile per i vigili del fuoco, l’obiettivo è creare soluzioni e non problemi.

dji matrice 200 v2 series

1 COMPRENDERE LE ESIGENZE DEL REPARTO DRONI

Fai parte di un grande dipartimento dei vigili del fuoco metropolitano in grado di supportare un’intera divisione UAV, o fai volontariato in un piccolo collettivo rurale sollecitando fondi da imprese locali?
Hai sette mesi di ondate di calore invernali o annuali seguite da venti catastrofici? Il tuo dipartimento è stato sfidato da grattacieli in aree densamente popolate o grandi distese di aree selvagge o desertiche?
Oltre alle dimensioni e all’ambiente del reparto, i requisiti per l’uso degli UAV possono essere influenzati da:

• Volume chiamate
• Spazio aereo controllato nelle vicinanze
• Pericoli locali
• Infrastruttura
• Autonomia o accordi di mutuo soccorso

Indipendentemente dal fatto che sia guidato da un’ampia percentuale di chiamate mediche, ricerche e salvataggi, incendi boschivi, minacce di materiali pericolosi industriali o ispezioni, conoscendo le richieste di risposta quotidiana del tuo dipartimento determinerà il tipo di drone e i requisiti di carico che meglio si adattano al tuo dipartimento.

2 APPROVA UN BUDGET UAV PRODUTTIVO

Dopo aver determinato i requisiti della missione, è possibile formulare un piano finanziario per acquistare attrezzature e mantenere un programma UAV appropriato. Tali spese oltre al drone e ai suoi componenti includono:

• Certificazioni pilota o per uso pubblico
• Richiesta di deroghe approvate dal governo
• Documentare l’addestramento e i voli effettivi

La mancata lettura e il mancato rispetto dei numerosi statuti, codici e restrizioni riguardanti gli aeromobili a pilotaggio remoto incorporati nelle norme e nei regolamenti della Federal Aviation Administration possono portare alla fine immediata di qualsiasi programma UAV indipendentemente dalle intenzioni o emergenze.
A queste spese si aggiungono i finanziamenti per i numerosi costi di politica di sicurezza pubblica incontrati nel sorvolare varie giurisdizioni e autorità, nonché tutti i servizi di supporto, tra cui:

• Assicurazione
• Aggiornamenti software
• Conservazione
• Spese di utilizzo
• Formazione continua con altre agenzie di risposta
• Nuove tecnologie di comunicazione

3 IMPARA DAGLI ALTRI PROGRAMMI DRONE DEI VIGILI DEL FUOCO

Grandi dipartimenti dei vigili del fuoco, come quello di Los Angeles, Phoenix e FDNY hanno intere divisioni dedicate allo schieramento degli UAV. Le loro procedure operative standard sono disponibili al pubblico e comprendono e utilizzare le informazioni appropriate per il successo del tuo dipartimento è incoraggiato.

I reparti più piccoli possono condividere informazioni ed esperienze relative alle apparecchiature UAV, ai fornitori adeguati al budget e all’esatta competenza e formazione necessarie per particolari requisiti di missione o piattaforme di distribuzione.

La modifica delle politiche e delle procedure esistenti può accelerare i programmi dei droni e far volare il drone di un dipartimento in modo più rapido e sicuro, risparmiando fondi sostanziali e mantenendosi al passo con la tecnologia in continua evoluzione.

4 APPLICA FIRSTNET ALLA RISPOSTA DEL DRONE

Se hai partecipato a un debriefing su un incidente, sai che i problemi di comunicazione vengono rapidamente in primo piano con preoccupazioni e critiche.
La mancanza di canali chiari, la connettività intermittente e il divario giurisdizionale contribuiscono alle oltre 10.000 reti radio individuali e potenzialmente non corrispondenti incaricate di comunicare tra loro durante un’emergenza.

droni vigili del fuoco

Le comunicazioni con i droni sono soggette agli stessi problemi. Dati inadeguati e una mancanza di interfaccia in tempo reale possono causare spazio aereo minacciato, connettività intermittente o voli non autorizzati, specialmente durante incidenti multi-agenzia su larga scala che coinvolgono più giurisdizioni. Negli scenari peggiori, gli UAV possono distruggere la proprietà e ferire il personale.

Per affrontare direttamente questi problemi, un gruppo di funzionari della pubblica sicurezza in collaborazione con il Congresso ha creato una partnership pubblico/privato per costruire, gestire e mantenere una rete a banda larga prioritaria, sicura, ridondante, mobile e affidabile nota come FirstNet.

FirstNet di AT&T fornisce ai soccorritori un canale nazionale a banda larga ad alta velocità esclusivamente dedicato alla pubblica sicurezza,
disponibile in abbonamento in tutti i 50 stati, tre territori e Washington, D.C., con un programma di costruzione di 25 anni.

I droni, come tutte le apparecchiature relative ai vigili del fuoco, traggono vantaggio dall’utilizzo di FirstNet quando e dove disponibile. Uno sito portatile ha fornito il servizio wireless FirstNet dopo che l’uragano Maria ha colpito Porto Rico, utilizzando le connessioni generate da e per il collegamento dei droni dei primi soccorritori e civili in difficoltà.

La compatibilità delle comunicazioni mission-critical con FirstNet per UAV dipende dal sito fisso, dai veicoli e dai router pesanti portatili, torri
e amplificatori che forniscono push-to-talk, servizi di prossimità, compatibilità universale e scambio sicuro di dati essenziali. Questi dispositivi di connessione commerciale devono essere certificati e
approvati da FirstNet in base ai requisiti tecnici e agli standard di settore e alla loro capacità di essere utilizzati all’interno e all’esterno del sistema FirstNet.

Entro il prossimo decennio, tale tecnologia avanzata garantirà una rete a banda larga a livello nazionale per tutte le agenzie di pubblica sicurezza indipendentemente dall’ambiente o dalla posizione dell’incidente, nonché connessioni protette per tutte le operazioni degli UAV.

I droni DJI Enterprise con termocamera

MAVIC 2 ENTERPRISE DUAL

Il Mavic 2 Enterprise Dual è un drone leggero, portatile e pieghevole con un sensore termico e una fotocamera con zoom ottico 2x.

  • Portatile e veloce da implementare
  • Spotlight, altoparlante e beacon payload disponibili
  • 31 minuti di volo
  • 899 g
  • 10 m/s resistenza al vento
  • 10 km di portata massima (FCC)
  • Sensore RGB da 1/2,3″ CMOS (12 MP)
  • Sensore termico 160x120p

MATRICE 300 RTK + ZENMUSE H20T

Il nuovo Matrice 300 RTK è l’ultima piattaforma aziendale di DJI, con un massimo di 55 minuti di volo, rilevamento omnidirezionale, tecnologia di prevenzione ostacoli e affidabilità senza pari. Il suo triplo carico utile H20T combina una fotocamera RGB con un sensore termico 640x512p e un telemetro laser.

  • Triplo carico utile
  • ~ 43 minuti di volo
  • Batterie sostituibili a caldo e stazione della batteria
  • 7,1 kg
  • 15 m / s resistenza al vento (FCC)
  • IP45 (drone) + IP44 (carico utile)
  • 15 km di portata massima
  • Sensore RGB CMOS da 1/1,7″ (20 MP)
  • Sensore termico 640x512p
  • Telemetro laser

MATRICE 210 V2 + ZENMUSE XT2

Matrice 210 V2 è una soluzione robusta e adattabile ideale per applicazioni di pubblica sicurezza. Servizi di emergenza. È compatibile con numerosi DJI
Payload, incluso Zenmuse XT2, il potente carico utile 4K a doppio sensore di imaging termico.

  • Doppio carico utile
  • ~ 30 minuti di volo
  • 5,3 kg
  • 12 m/s resistenza al vento
  • IP43 (drone) + IP44 (carico utile)
  • 8 km di portata (FCC)
  • Sensore RGB CMOS da 1/1,7″ (12 MP)
  • Sensore termico 640x512p
Questo elemento è stato inserito in Blog e taggato .

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se disabiliti i cookie alcune funzionalità non saranno disponibili.