Perché Matrice 300 RTK è lo strumento dei sogni di un ispettore

dji_m300_rtk

Le nuove funzionalità Smart AI rendono le ispezioni con i droni più efficienti e accessibili.

Al giorno d’oggi, le ispezioni con i droni sono diventate una pratica comune in quasi tutti i settori. Che si tratti di programmare le procedure di manutenzione su una linea elettrica o di valutare i danni alla proprietà su un tetto, le ispezioni con i droni aiutano gli ispettori a raccogliere dati essenziali riducendo al minimo i potenziali pericoli sul posto di lavoro.

In genere, un’ispezione con un drone consiste di tre elementi chiave, delineati come segue:

  • Pianificazione della missione: Operatore e ispettore creano una rotta di volo;
  • Raccolta dati: Il drone esegue la missione e raccoglie i dati;
  • Analisi ed esecuzione: I dati vengono analizzati e l’azione viene eseguita in base all’analisi precedente.

In teoria, questo è un flusso di lavoro piuttosto semplice da comprendere, ma in realtà può essere molto più complesso da mettere in pratica. Sebbene ci siano diversi fattori attribuibili a questa complessità, alcuni fattori degni di nota sono la scelta della tecnologia – ad esempio, determinare quale piattaforma e/o sensore utilizzare – e in secondo luogo, la natura intricata della tecnologia stessa che richiede operatori qualificati e professionali. Per la maggior parte delle organizzazioni che desiderano adottare questa tecnologia su larga scala, l’ultima parte di questi fattori ha significative implicazioni in termini di costi.

Formazione pilota: una necessità per una corretta integrazione con i droni

Come per qualsiasi altra professione, l’investimento per l’inserimento di personale nuovo o esistente su sistemi e tecnologie completamente nuovi può richiedere molto tempo. L’industria dei droni commerciali non è diversa. Abilità di volo eccezionali, elaborazione di immagini aeree per la modellazione 3D, interpretazione e analisi di dati visivi e termici – queste sono solo alcune delle competenze richieste a un operatore professionale – in particolare uno che conduce ispezioni di asset su larga scala.

DJI comprende che la padronanza di queste abilità non è un’impresa facile, e quindi un pilastro chiave dello sviluppo del Matrice 300 RTK è rendere queste abilità il più accessibili possibile. Con un tempo di volo fino a 55 minuti, grado di protezione IP45, rilevamento e posizionamento in 6 direzioni e altro ancora, l’M300 RTK è la piattaforma industriale più formidabile di DJI. Per abbinare le sue capacità, il carico utile della serie Zenmuse H20 offre uno zoom ottico ibrido fino a 23x, una fotocamera con zoom da 20 MP, una fotocamera da 12 MP, un telemetro laser con portata massima di 1200 m e una termocamera radiometrica. Insieme, le serie M300 RTK e Zenmuse H20 formano una soluzione drone robusta e intelligente adatta per una vasta gamma di applicazioni e casi d’uso.

dji zenmuse h20

Per le missioni di raccolta dati di routine come le ispezioni su linee elettriche, piattaforme petrolifere e ferroviarie, Smart Inspection è un set di funzionalità incredibilmente potente che semplifica le ispezioni con i droni abbassando la soglia operativa del pilota.

In pratica, ciò significa che ispezioni complesse e impegnative, eseguite per la prima volta, potrebbero essere assegnate a piloti più esperti, mentre i piloti più inesperti possono successivamente utilizzare le funzionalità di Smart Inspection per eseguire la stessa ispezione, in modo facile e sicuro.

Smart Inspection è costituito dalle seguenti funzionalità secondarie.

Registrazione della missione in tempo reale: la navigazione GPS con waypoint insegna al tuo drone dove volare e a quale altezza e velocità. Con Live Mission Recording, questo è un ulteriore passo avanti. Gli utenti possono registrare ogni piccolo dettaglio di una missione di volo come il movimento del drone, l’orientamento del gimbal, lo scatto di foto e il livello di zoom per creare file di missione di esempio per future ispezioni automatizzate. Ciò rende anche i progetti di ispezione più complessi un gioco da ragazzi.

AI Spot Check: la natura stessa dei metodi di ispezione tradizionali li rende soggetti a errori umani. È interessante notare che questo vale per la maggior parte delle attuali soluzioni di ispezione con i droni sul mercato: ecco perché.

Quando si esegue un’ispezione con un drone, qualsiasi piccola modifica, sia che si tratti di condizioni di vento instabili, movimento del gimbal (specialmente ad alti livelli di zoom) ecc., Può portare a una variazione significativa nella visualizzazione della telecamera. Come ci si potrebbe aspettare, questi possono influenzare l’accuratezza e la coerenza dei dati acquisiti, influenzando l’ispezione complessiva.

AI Spot Check

Con AI Spot Check, questo problema è notevolmente ridotto al minimo. Gli utenti possono contrassegnare gli oggetti di interesse dopo un volo dimostrativo, quindi (tramite algoritmi AI di bordo), il drone replicherà automaticamente la posizione, l’angolo e l’inquadratura per le missioni future.

Waypoint 2.0: Waypoints 2.0 è un sistema di pianificazione delle missioni migliorato che consente agli utenti di creare fino a 65.535 waypoint e impostare più azioni per uno o più payload, inclusi i payload di terze parti. Con Waypoints 2.0, la pianificazione del percorso di volo è ottimizzata per massimizzare la flessibilità e l’efficienza, soprattutto per le ispezioni più impegnative.

Per rendere le cose ancora più semplici per gli operatori, le serie M300 RTK e Zenmuse H20 offrono una serie di funzioni a tocco rapido che migliorano l’usabilità.

Foto in griglia ad alta risoluzione

Durante l’ispezione di risorse estese come linee elettriche o ferrovie, High-Res Grid Photo consente agli utenti di risparmiare tempo e ottenere immagini altamente dettagliate. È sufficiente inquadrare un’area di interesse in un’ampia visuale della fotocamera e la fotocamera con zoom acquisirà automaticamente una serie di immagini da 20 MP dell’area. Queste immagini vengono memorizzate insieme a un’immagine panoramica che può essere visualizzata in maggiore dettaglio.

Foto in griglia ad alta risoluzione

Interfaccia utente senza interruzioni

Con un massimo di quattro sensori integrati in un carico utile, Zenmuse H20T offre un’incredibile versatilità per l’esecuzione delle ispezioni. Per consentire agli utenti di sfruttare al meglio questi sensori, l’app DJI Pilot dispone di un’interfaccia utente integrata che consente di passare rapidamente tra le viste grandangolare, zoom e termocamera e visualizzare in anteprima il FOV zoom mentre si è nella vista grandangolare o termica, il tutto con un solo tocco.

Interfaccia utente senza interruzioni

Se ciò non bastasse, l’M300 RTK utilizza un nuovo sistema di visualizzazione del volo ispirato agli standard dell’aviazione civile. Con il Primary Flight Display, i piloti dell’M300 RTK hanno accesso semplificato alle informazioni di volo e di navigazione in tempo reale.

Fin dall’inizio della nascita di DJI, la visione principale dell’azienda si è concentrata su come rendere la tecnologia complessa sicura, affidabile e accessibile. Le serie M300 RTK e Zenmuse H20 non fanno eccezione. Questi prodotti prendono spunto dalla tecnologia consumer di DJI, riunendo una soluzione perfetta per applicazioni industriali che si tratti di ispezione, ricerca e soccorso, antincendio e altro ancora.

Questo elemento è stato inserito in Blog e taggato .

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se disabiliti i cookie alcune funzionalità non saranno disponibili.