Cosa significa difesa da droni?

Perché hai bisogno della difesa dai droni?

La difesa dai droni è diventata una risorsa importante per infrastrutture critiche, aeroporti, carceri e stadi, nonché per gli organizzatori di grandi eventi

Non c’è dubbio che i droni siano grandi macchine; fornire agli hobbisti ore di divertimento e aiutare i piloti commerciali a risparmiare tempo, migliorare la sicurezza, acquisire dati veloci e precisi e aumentare l’efficienza e il ROI.

Tuttavia, se messo nelle mani sbagliate, l’UAS (sistema aereo senza pilota) può essere utilizzato per scopi illegali o illeciti, sia che si tratti di un dispositivo di contrabbando, uno strumento per i terroristi o semplicemente per causare fastidio.

Questo è il motivo per cui è essenziale installare la tecnologia contro i droni e avere una strategia di difesa.

L’incidente all’aeroporto di Gatwick nel dicembre 2018 ha mostrato l’interruzione che può essere causata da presunti avvistamenti di droni, che ha comportato la chiusura della pista per 33 ore e un costo totale di 50 milioni di sterline per l’aeroporto, le compagnie aeree e gli assicuratori.

Difesa dai droni - Aeroporti

Aeroporti

infrastrutture

Infrastrutture

stadi

Stadi

eventi

Eventi

prigioni

Prigioni

miniere

Miniere

Come può aiutarti Elite Consulting con la strategia di difesa dai droni?

Lo specialista della sicurezza dei droni di Elite Consulting è diventato il fornitore e installatore di DJI AeroScope Counter-UAS più rispettato in Italia ed è stato premiato con lo status di Gold Partner da DJI per il suo continuo successo.

Abbiamo installato sistemi di difesa e rilevamento dei droni in alcuni dei più grandi aeroporti del mondo, e fornito un sistema DJI AeroScope in diversi eventi.

Elite Consulting ha ampliato la sua offerta al mercato C-UAS collaborando con una serie di nomi chiave del settore, per offrire una soluzione completa a più livelli, che consente di combattere i droni illegali in più modi.

In qualità di specialista della difesa dei droni, Elite Consulting è stato in prima linea nelle discussioni del settore sul rilevamento e la difesa dei droni ed è stato fondamentale nelle dimostrazioni per proteggere lo spazio aereo in Italia.

Dati i nostri anni nel settore degli UAV, l’esperienza nel mercato C-UAS e con i nostri accreditamenti Cyber ​​Security, ISO 9001 e CPD, Elite Consulting è in una posizione perfetta per fornire consulenza, formazione e hardware per garantire che la tua risorsa sia protetta.

Come parte del nostro pacchetto di difesa dai droni, possiamo offrire:

Prove gratuite di attrezzature e opzioni di noleggio
Accordi sul livello di servizio; la nostra promessa di fornire supporto e consegna coerenti
Valutazioni di installazione e visite pre-sito per selezionare la posizione migliore per il tuo sistema di rilevamento
Chiamate di emergenza in loco, controlli sanitari e supporto telefonico/e-mail

icon-aeroscope_specialist

Specialista DJI AeroScope e Gold Partner.

icon-secure_server

Server sicuri/accesso API/SDK gratuito

icon-major_clients

Numerosi clienti, inclusi grandi aeroporti italiani

icon-trial

Demo e prove gratuite e opzioni di noleggio

icon-integrate

Integrazione con altre soluzioni per la difesa

icon-drone_defence_expert

Fornitore globale di difesa dai droni

Supporti estensibili per la difesa dai droni

Cos’è AeroScope?

DJI AeroScope è un sistema di rilevamento dei droni appositamente progettato, che consente a un operatore di tracciare rapidamente e facilmente i dati di telemetria in tempo reale dai droni DJI.

Ciò consente all’operatore di proteggere il proprio spazio aereo e di prendere una decisione informata in mezzo a una minaccia di droni.

DJI AeroScope è disponibile in formati mobili e fissi e il sistema più potente può identificare i droni entro un raggio di 50 km.

Perché scegliere AeroScope?

Dall’inizio del 2019, i sistemi AeroScope forniti da Elite Consulting hanno rilevato più di 25.000 voli di droni, con alcune di queste operazioni che superano le restrizioni legali. La disponibilità di questi dati offre agli utenti un quadro chiaro di come operano i droni all’interno del loro spazio aereo e offre loro la possibilità di agire rapidamente e con decisione per combattere una potenziale minaccia.

I droni DJI sono i più diffusi al mondo perché sono soluzioni pronte all’uso facili da usare che forniscono risultati affidabili. DJI AeroScope non è diverso.

Il sistema è una soluzione rapidamente implementabile che acquisisce i dati rapidamente e in un formato digeribile.

aeroscope_illustrazione

DJI AeroScope supera rigorosi test di sicurezza

DJI AeroScope ha dimostrato di essere un sistema sicuro, dopo essere stato valutato e successivamente approvato dal Centre for the Protection of National Infrastructure (CPNI) del Regno Unito.

È stato valutato con successo secondo lo standard di test e valutazione CPNI Counter Unmanned Aerial Systems (CUAS) Detect, Track and Identify (DTI).

Di conseguenza, DJI AeroScope sarà incluso nel Catalogo delle apparecchiature di sicurezza (CSE) CPNI. Il CSE è disponibile per aiutare i professionisti della sicurezza a identificare le apparecchiature di sicurezza fisica appropriate.

La valutazione di CPNI ha rilevato quanto segue:

  • AeroScope è molto semplice da configurare, apprendere e utilizzare;
  • Il sistema ha un’interfaccia intuitiva;
  • AeroScope ha risposto a più UAS operanti contemporaneamente;
  • Le prestazioni di rilevamento, tracciamento e identificazione sono state coerenti.
Come funziona DJI AeroScope?

DJI AeroScope, che funge da targa elettronica, è un sistema di allarme avanzato passivo in grado di identificare a distanza i droni in volo. Utilizzando AeroScope, le forze dell’ordine, l’aviazione e altre agenzie autorizzate possono gestire il proprio spazio aereo, tenere traccia di dove si trova un drone e agire contro una minaccia UAV illegali.

La tecnologia e il vantaggio di base di AeroScope è che utilizza il collegamento di comunicazione esistente tra il drone e il suo radiocomando per raccogliere rapidamente informazioni sul drone, come ad esempio:

  • Numero di serie del drone
  • Marca e modello
  • Posizione precisa del drone
  • Velocità del drone
  • Direzione del drone
  • Posizione iniziale
  • Posizione pilota (se il pilota utilizza un dispositivo abilitato GPS)

Gli utenti autorizzati come aeroporti e dipartimenti di polizia possono vedere queste informazioni visualizzate su una mappa del computer per ogni drone entro il raggio di molte miglia dalle antenne dell’AeroScope.

Queste informazioni di telemetria vengono trasmesse direttamente dal drone al ricevitore AeroScope, consentendo alle autorità di identificare e tracciare quei droni e di agire se qualcuno di loro solleva dubbi.

AeroScope è un sistema di identificazione remota che rileva i cinque tipi di radio di DJI, che sono i seguenti:

  • Lightbridge
  • Lightbridge 2
  • OcuSync
  • OcuSync 2
  • Wi-Fi

A causa delle ricche informazioni raccolte da AeroScope, se un procedimento legale dovesse iniziare dopo un volo illegale, AeroScope può generare un registro dettagliato di ogni volo rilevato dal sistema, che può essere esportato e salvato come parte del file investigativo e rapporto.

AeroScope è disponibile in una serie di forme diverse: sistemi portatili o permanenti G8 o G16.

Come ulteriore vantaggio, DJI AeroScope raggiunge un ragionevole equilibrio tra la necessità delle autorità di identificare i droni che sollevano preoccupazioni e il diritto dei piloti di droni di volare senza una sorveglianza pervasiva.

Opzioni di configurazione di DJI AeroScope

AeroScope Portable

L’unità portatile può rilevare i droni entro un raggio di 5 km.

È ideale per la distribuzione temporanea a breve termine.

Il sistema di facile implementazione è autonomo in una custodia rigida con classificazione IP-54, che gestisce il sistema operativo Android su un controller CrystalSky.

L’unità portatile funziona con l’alimentazione di rete o con batterie intelligenti sostituibili a caldo.

Le antenne esterne possono essere installate opzionalmente.

La portabilità e la comodità dell’unità mobile lo rendono ideale per situazioni tattiche in cui le unità fisse non sono disponibili.

AeroScope “G8”

Il sistema G8 può rilevare i droni entro un raggio di 30 km.

Offre la più ampia varietà di opzioni di distribuzione.

Il G8 incorpora una serie di quattro pannelli di antenne direzionali ad alto guadagno che rileva attraverso la gamma di frequenze 2,4 e 5,8 GHz e fornisce una copertura a 360 gradi.

Il sistema include un sistema radio resistente agli agenti atmosferici che può sopportare condizioni difficili.

Il sistema è ugualmente applicabile sia per installazioni permanenti che temporanee.

Può essere installato su edifici, torri o montato su postazioni di comando mobili.

Installazione fissa di AeroScope “G16”

Il sistema G16 può rilevare i droni entro un raggio di 50 km.

Offre la copertura più ampia grazie al suo ampio array di antenne e più unità radio.

La configurazione G16 di AeroScope incorpora elementi di antenna separati da 2,4 e 5,8 GHz. Per una copertura a 360 gradi, il G16 include un array di antenne a 32 elementi e quattro unità radio.

Il G16 è adatto per essere installato su un edificio o una torre per un uso a lungo termine.

Questo sistema è ideale per installazioni permanenti per clienti che cercano aree di copertura estesa e preallarme, inclusi aeroporti, porti marittimi, strutture militari e nucleari, prigioni e stadi.

Monitoraggio dei droni in tempo reale

DJI AeroScope ti consente di visualizzare un riepilogo di un volo con un drone in tempo reale, mostrando la posizione di volo del velivolo, la sua altezza, velocità e posizione del pilota.

Ciò fornisce dati precisi e utilizzabili, che possono essere utilizzati per prendere una decisione informata sulla protezione del tuo spazio aereo.

drone-defence-monitoring-thumbnail
Reporting statistico

La pagina Rapporto statistico mostra una panoramica e un’analisi dei dati di rilevamento. Fornisce informazioni sul numero di voli rilevati, le altitudini di volo e la distanza di rilevamento.

Gli utenti possono anche approfondire i voli storici, cercare per parole chiave come numero di volo e ID dispositivo e visualizzare i record del percorso di volo.

Detection-stats-screen-v2-optimised
Mappa di calore analisi di volo droni

Le mappe termiche DJI AeroScope mostrano la frequenza di rilevamento e la distribuzione della posizione nelle aree circostanti la tua risorsa o struttura.

Ciò consente di analizzare le aree degli hotspot e di intraprendere le azioni necessarie.

Heat-map-2-optimised
Monitoraggio avanzato dei droni

Il monitoraggio avanzato consente agli utenti di impostare facilmente regole di monitoraggio specifiche, come intervalli di date e orari, aree di monitoraggio personalizzate e scegliere metodi di avviso.

Puoi anche scegliere diverse opzioni per monitorare il comportamento di un drone nel tuo spazio aereo. Vuoi sapere quando un drone è troppo vicino per il comfort?

Quindi selezionare Monitoraggio oggetto visualizzato nell’intervallo target e verrà attivato un avviso di sistema non appena l’oggetto monitorato appare nell’intervallo monitor pianificato.

I sistemi G8 e G16 inviano notifiche e-mail, nonché avvisi visivi e sonori sullo schermo. Ciò significa che AeroScope può essere azionato da remoto e garantisce che gli utenti non debbano sedersi dietro una scrivania, in attesa di un rilevamento.

Advanced-monitoring-optimised
AeroScope come parte di un sistema di gestione del traffico senza pilota

Le autorità nazionali di regolamentazione dell’aviazione capiscono che l’ID remoto sarà un componente chiave dei futuri sistemi di gestione del traffico senza pilota (UTM), che seguiranno simultaneamente droni e velivoli tradizionali nello spazio aereo affollato.

AeroScope ha svolto un ruolo chiave nell’operazione Zenith, un recente test su larga scala della tecnologia UTM all’aeroporto di Manchester.

In qualità di specialista AeroScope, Elite Consulting ha impostato il sistema per la dimostrazione, che ha mostrato come le informazioni di ID remoto facili e accessibili di AeroScope potrebbero essere integrate in un sistema UTM, fornendo ai gestori dello spazio aereo un quadro completo dei movimenti dei droni e dei tradizionali aerei nei cieli.

Mentre i sistemi UTM si spostano dal laboratorio al mondo reale, AeroScope può essere un elemento chiave non solo per proteggersi dai conflitti, ma anche per garantire che tutti gli utenti dello spazio aereo ottengano un accesso giusto ed equo ai cieli, sbloccando il pieno potenziale dei droni per aiutare la società.

DJI Aeroscope – La soluzione di rilevazione dei droni di DJI

Diverse soluzioni di montaggio

Un supporto può essere un elemento chiave della tua strategia di difesa dai droni.

La tecnologia di difesa dai droni, come i sistemi DJI AeroScope G8 e G16, può essere montata su un supporto per una soluzione sicura e protetta.

La possibilità di regolare le dimensioni del palo offre un’opzione flessibile, per regolare dinamicamente l’altezza del sistema di difesa dai droni per soddisfare la missione specifica.

Il montaggio di un DJI AeroScope G8 o G16 su un palo che può allungarsi fino a 20 m di altezza consente di estendere il campo visivo e l’area di copertura, consentendo di proteggere quanto più spazio aereo possibile.

.

mast

Perché scegliere Elite Consulting come partner per la difesa dai droni?

Lavorare con Elite Consulting per l’installazione e l’integrazione di DJI AeroScope ha numerosi vantaggi.

Prove gratuite e opzioni di noleggio

Elite Consulting offre prove della stazione portatile DJI AeroScope, nonché la soluzione fissa G8 (si applicano condizioni). La nostra Offerta Prova prima dell’acquisto offre agli utenti la possibilità di vedere le capacità del sistema, confrontarlo con soluzioni alternative e avere dati reali e utilizzabili nelle tue mani per identificare come AeroScope potrebbe aiutare in uno scenario del mondo reale.

Elite Consulting fornisce inoltre ai clienti opzioni di noleggio sulle unità portatili e G8 (si applicano condizioni).

Accesso API e SDK

Elite Consulting può anche concedere l’accesso all’API. Ciò consente agli utenti di liberare tutta la potenza del rilevamento dei droni, integrando AeroScope con altri sistemi e proteggendo i dati AeroScope su un server privato in loco o cloud e approfondendo i dati.

Le organizzazioni possono inoltre usufruire dell’accesso beta all’SDK gratuitamente tramite Elite Consulting. Ciò consente di esportare i dati AeroScope su consapevolezza della situazione di terze parti e piattaforme operative comuni.

I server AeroScope di Elite Consulting sono gestiti dagli Stati Uniti e i nostri tecnici possono integrare DJI AeroScope con soluzioni mobili.

Contratti e supporto del ciclo di vita

Per darti la massima tranquillità, Elite Consulting fornisce accordi sul livello di servizio sulle stazioni G8 e G16 per garantire il buon funzionamento delle tue apparecchiature.

I nostri contratti sono progettati per darti accesso all’ecosistema di competenze di Elite Consulting, fornendo supporto IT coerente e consegna e accesso a una gamma di opzioni di assistenza, tra cui:

  • Assistenza telefonica con personale
  • Supporto e-mail monitorato
  • Assistenza in loco programmata/di emergenza
  • Controllo annuale dell’integrità del sistema
  • Supporto continuo
  • Parti di ricambio

Pre-pianificazione e valutazioni dell’installazione

Poiché nessuna installazione è la stessa, Elite Consulting esegue un processo di pianificazione completo e approfondito per garantire che il sistema di rilevamento dei droni si trovi in ​​una posizione ottimale.

La nostra strategia segue un processo in più fasi.

  1. Visita al sito di preinstallazione per garantire la migliore posizione. Ciò include l’analisi della topografia/infrastruttura circostante per garantire che non vi siano interferenze/interruzioni di terze parti.
  2. Preconfigurare le unità nel sito scelto.
  3. Installazione di attrezzature.
  4. Supporto su richiesta, se necessario, oltre al monitoraggio dello stato di salute del sistema durante tutto l’anno.
  5. Visite annuali in loco per garantire che l’apparecchiatura funzioni al massimo delle prestazioni.

Specialista globale della difesa dei droni

Oltre ad essere uno specialista della difesa dei droni, Elite Consulting ha quasi due decenni di esperienza nel settore dei droni ed è un consulente e fornitore di fiducia per importanti clienti aziendali.

Elite Consulting ha un dipartimento tecnico interno approvato da DJI e un rinomato team di formazione che ha fornito corsi a migliaia di piloti, comprese lezioni specialistiche per i servizi di emergenza.

Elite Consulting è un fornitore globale di DJI AeroScope e ha il permesso e l’autorità di DJI per fornire e installare il sistema di rilevamento dei droni in tutto il mondo.

Rete di partenariato

Elite Consulting ha stabilito una vasta ed esperta rete di partnership con altri produttori di difesa dei droni, fornitori di software e integratori. Questo ci consente di fornire una soluzione a più livelli, oltre a DJI AeroScope, per creare una soluzione su misura su misura per soddisfare le tue esigenze di difesa.

Significa che Elite Consulting, con sede in Italia, può fornire soluzioni e consulenza Counter-UAS a organizzazioni e aziende in Italia, nonché in tutto il mondo.

 

Una soluzione completa di difesa a strati dai droni 

La sicurezza moderna richiede un approccio a più livelli che tenga il passo con l’evoluzione della tecnologia dei droni.

Per portare il rilevamento dei droni al livello superiore e per avere una strategia completa e onnicomprensiva, una soluzione a più livelli è una linea d’azione estremamente efficace.

AeroScope è un sofisticato kit ed è il migliore del settore per rilevare i droni DJI e fornire informazioni approfondite e in tempo reale su una potenziale minaccia UAV. Tuttavia, AeroScope può rilevare solo i droni DJI.

Questo non è nulla da ridire, poiché AeroScope funziona con tutti gli attuali modelli di droni DJI, che secondo gli analisti comprende oltre i due terzi del mercato globale dei droni civili.

Poiché DJI domina il mercato dei droni, è essenziale che AeroScope sia al centro della tua strategia di difesa dai droni.

Ma è anche importante colmare le lacune – ed è qui che entra in gioco una soluzione multisensore, che integra DJI AeroScope con altre soluzioni.

Questo è il motivo per cui il nostro approccio a più livelli, utilizzando un mix di tecnologia contro-drone di una gamma di leader del settore, come BT, Advanced Protection Systems (aps), Operational Solutions Ltd (OSL), Rinicom, Altitude Angel e OpenWorks Engineering, è così efficace.

La nostra soluzione multistrato può includere un secondo rilevatore RF, radar/radar 3D e una telecamera ottica con un massimo di quattro moduli di rilevamento ciascuno che fornisce una copertura di 90° e una potente telecamera PTZ a 360° per ingrandire l’oggetto rilevato e analizzarne la firma . Tutti questi sistemi possono essere riuniti utilizzando un’interfaccia sofisticata.

In sostanza, la soluzione a più livelli di Elite Consulting è scalabile e flessibile a seconda delle esigenze del cliente.

Tipi di difese dai droni 

Una panoramica su come le diverse tecnologie aiuteranno a difendere il tuo spazio aereo dai droni illegali.

Avere una soluzione affidabile contro i droni ti arma con la consapevolezza che sarai protetto da un UAS illegale e sarai in grado di reagire rapidamente a qualsiasi potenziale minaccia.

Diamo uno sguardo ad alcune delle tecniche anti-drone esistenti per combattere un attacco.

Metodi di rilevamento dei droni

RF

La soluzione AeroScope di Elite Consulting, creata dal produttore leader di droni DJI, è uno strumento per il rilevamento dei droni.

Intercettando l’attuale collegamento di comunicazione tra un drone DJI e il suo radiocomando, AeroScope è in grado di trasmettere informazioni di identificazione in tempo reale tra cui codice seriale UAV, marca e modello, posizione UAV, velocità, latitudine e posizione del radiocomando a terra.

Ciò consente all’operatore di intraprendere un’azione di mitigazione contro la minaccia del drone e allo stesso tempo inviare le forze dell’ordine/squadre di sicurezza per arrestare il pilota.

Radar

Il radar è un altro metodo per rilevare e tracciare i droni.

Alcuni sistemi radar avanzati offrono una copertura a 360 gradi, una classificazione dei droni rapida e completamente automatica e un monitoraggio del percorso di volo.

Fotocamera/Video

Le telecamere sono un’altra tecnica di rilevamento dei droni, che cattura il movimento degli UAV, utilizzando metodi basati sull’aspetto, sul movimento o ibridi.

Il sistema ha molte applicazioni commerciali e di difesa, ad esempio prigioni, aeroporti e luoghi di interesse, tuttavia ci sono dei limiti.

I metodi basati sul movimento, ad esempio, possono avere difficoltà a distinguere tra droni e uccelli, mentre il rilevamento visivo dipende dalla linea di vista.

Acustico

L’acustica colma una lacuna vitale nel rilevamento dei droni in prossimità, poiché per un tracciamento positivo non è necessaria una rigorosa linea di vista rispetto al bersaglio.

Il drone può operare in canyon urbani, aree ingombre, dietro ostacoli e nell’oscurità o nella nebbia, fuori dalla portata di radar e ottiche, ma comunque a portata d’orecchio di un sensore acustico.

Utilizzando centinaia di elementi microfonici interconnessi, le unità di sensori acustici sono in grado di stabilire un rilevamento e un’elevazione rispetto al bersaglio in tempo reale utilizzando un’elaborazione avanzata del segnale digitale.

Termico

La termografia può essere utilizzata per rilevare i droni. I test hanno dimostrato che, utilizzando una termocamera, è possibile rilevare e, con un database sufficiente, persino identificare UAV estranei.

La principale fonte di calore proviene dalle batterie del drone. Alcune indagini hanno dimostrato che il raggio massimo di rilevamento è più breve del previsto.

Metodi di difesa dai droni

Jammer

I jammer sono progettati per disturbare un drone facendo esplodere il rumore elettromagnetico alle frequenze radio a cui i droni operano e trasmettono video e a un livello di potenza abbastanza alto da soffocare qualsiasi comunicazione efficace tra il drone e il suo pilota.

Questo è noto come RF-jamming e questo metodo non interferisce con aerei con equipaggio, telefoni cellulari, trasmissioni pubbliche o altre bande radio dedicate.

Quando un drone viene colpito dal segnale di un disturbatore, il drone di solito ritorna al suo punto di origine (a meno che anche il GPS non sia inceppato), dando all’utente la possibilità di rintracciare il drone fino al pilota.

A volte i droni potrebbero persino eseguire una discesa verticale e atterrare sul posto intatti. L’atterraggio sul posto è anche la risposta generale dei droni quando sia RF che GPS sono inceppati allo stesso tempo.

I jammer possono essere efficaci contro i droni a diversi chilometri di distanza.

Mentre i jammer sono generalmente limitati per l’uso in molti paesi tranne che per l’esercito, la polizia e i primi soccorritori a seconda delle leggi, i jammer non GPS sono legali in diversi paesi.

È importante esaminare le leggi e i regolamenti del paese e dichiarare che ci si trova per determinare se l’uso di un jammer per droni è legale prima di utilizzarne uno.

Pistole

Forse uno dei modi più ovvi per fermare una minaccia di droni è abbatterli. Tuttavia, questa non è sempre un’opzione popolare.

Numerose aziende hanno prodotto dispositivi portatili o montati a spalla che possono essere utilizzati per sparare reti contro droni illegali, intrappolandoli e impedendo alle eliche di ruotare, facendole cadere dal cielo.

Ma tali pistole a cattura di rete sono più utili se utilizzate insieme ad altre tecnologie di rilevamento.

Laser

I laser sono un altro modo per contrastare un attacco di droni. Sia gli Stati Uniti che la Cina hanno sperimentato una tecnologia in grado di abbattere un dispositivo entro pochi secondi dalla sua localizzazione.

Un metodo comprende un raggio ad alta energia che individua e disabilita i piccoli droni da diversi chilometri di distanza. Questa tecnologia utilizza apparentemente telecamere a infrarossi che possono funzionare in condizioni di scarsa visibilità, come la nebbia.

Durante il 2018, la Cina ha dimostrato una pistola laser chiamata Silent Hunter, in grado di intercettare i droni con “alta precisione”.

Aquile

Nei Paesi Bassi è stata sviluppata una soluzione più naturale: la polizia utilizza aquile addestrate per abbattere i droni ostili.

Gli uccelli lo fanno attaccandosi alle eliche con i loro artigli, disabilitandoli istantaneamente.

Gli allenatori dicono che le aquile vedono gli UAV come prede, quindi non sono interessati ad attaccare nient’altro quando vengono rilasciati. Tuttavia, ci sono stati problemi, con segnalazioni secondo cui le aquile non avrebbero sempre fatto quello per cui erano state addestrate.

Contattaci

    Ultimi aggiornamenti