Quando il calore provoca incendi

dji_drone_enterprise

Come i vigili del fuoco di Hechingen utilizzano i droni DJI Enterprise per controllare gli incendi nella loro area

Nell’estate del 2018, la Germania ha visto le sue temperature più calde dal 2003. È stato riferito che erano passati oltre 100 anni da quando il paese ha vissuto un calore e un’aridità così consistenti. Inoltre, le ore giornaliere di sole erano considerate le più lunghe dall’inizio delle misurazioni meteorologiche di routine nel 1951.

A luglio il sole ha regnato sulla Germania per delle inarrestabili 305 ore, il che rappresenta un aumento del 30% rispetto alle medie mensili, e anche le temperature estreme hanno colpito sempre, con il rischio di incendi nei campi. A peggiorare le cose, i livelli di pioggia in calo del 50% rispetto alle medie mensili avevano reso la necessità di allocare le risorse idriche con parsimonia ed efficienza una preoccupazione fondamentale. Con alcune aree della Germania che hanno avuto solo cinque litri di pioggia per metro quadrato, la diffusione di incendi nei campi ha spinto i vigili del fuoco locali ai loro limiti e testato le loro capacità per preservare efficacemente la sicurezza pubblica mantenendo la sicurezza dei soccorritori sul terreno.

Sebbene le stagioni primaverili ed estive di quest’anno non abbiano ancora dimostrato di ripetere le condizioni meteorologiche torride dello scorso anno, un periodo di tre settimane a secco potrebbe invertire rapidamente i livelli di temperatura.

Ciò costringerà i vigili del fuoco locali a cercare modi innovativi per identificare e contenere “punti caldi”. I terreni agricoli con grano non raccolto, foreste, brughiere e prati ridotti a macchia marrone riarsa su grandi aree sono estremamente vulnerabili alla combustione spontanea. I frequenti incendi nell’area del 2018 hanno portato i vigili del fuoco sull’orlo dei loro limiti operativi e tattici, mettendo a rischio il personale.

“Gli arbusti, le siepi e le praterie comportano un aumento del rischio di innesco, che può facilmente portare a incendi su grandi aree”, afferma Maik Bulach, comandante dei vigili del fuoco di Hechingen, presso un’unità di volontariato locale nel Baden-Württemberg, Germania.

Combattere il fuoco nei campi

Il 4 agosto, i Vigili del Fuoco di Hechingen furono chiamati per un incendio nei pressi di una remota strada di campagna, lontano da qualsiasi fonte d’acqua per aiutare a spegnere l’incendio. Quando gli equipaggi furono in grado di rispondere, l’incendio aveva già raggiunto le dimensioni di 5.000 metri quadrati e presentava un alto rischio di propagazione nelle aree boschive vicine. La causa esatta dell’incendio era indeterminata, anche se il calore secco era probabilmente il caso, poiché i livelli raggiungevano i 34° C.

droni dji
Il fuoco di stoppia ha minacciato sia la strada che la foresta vicina

I vigili del fuoco potevano già vedere fumo e fiamme dalle sterpaglie da centinaia di metri di distanza. Le squadre di vigili del fuoco sono state sfidate a estinguere il fuoco impedendo al contempo di diffondersi nelle aree boschive con l’ulteriore complessità della direzione del vento che influenza il suo corso e minacciando le aree popolate vicine.

I team hanno cercato di utilizzare la vicina fonte d’acqua di un torrente locale per riempire i tubi, ma si sono rapidamente resi conto che il torrente si era quasi asciugato a causa del calore, che ha aumentato la complessità della loro pianificazione operativa. Il primo camion dei pompieri in scena trasportava solo un volume d’acqua totale di 2.000 litri, mentre un secondo camion dei pompieri e un camion di supporto con un serbatoio d’acqua erano ancora in viaggio. Ciò significa che i vigili del fuoco hanno dovuto combattere le fiamme con una quantità relativamente piccola di acqua e allocare le risorse con precisione.

droni dji
Il vento minaccia di espandere il fuoco nelle aree vicine.

Quando si tratta di incendi nei campi ci sono tre principali fonti di pericolo che i vigili del fuoco analizzano quando decidono le loro operazioni, tattiche ed esecuzioni: caratteristiche della vegetazione, tempo, direzione del vento e terreno. Tutti questi fattori possono essere acquisiti e analizzati in modo più preciso con l’ausilio di immagini aeree e informazioni basate sui droni DJI.

Dopo che la pianificazione tattica iniziale era stata soffocata a causa delle condizioni sfavorevoli, il comandante Bulach ha schierato il robusto drone commerciale di DJI, il DJI Matrice 210, una termocamera DJI Zenmuse XT e una termocamera ad alta definizione DJI Zenmuse X4S. Questa soluzione di missione operativa viene spesso utilizzata dai team di sicurezza pubblica per supervisionare i siti e identificare i rischi.

In che modo i droni DJI per imaging contribuiscono alla pianificazione operativa

Il drone DJI M210 è stato utilizzato per ottenere informazioni aeree sulla scena dell’incendio. Le informazioni raccolte dal drone DJI hanno fornito una maggiore consapevolezza della situazione, consentendo al comandante Bulach e al suo team di predisporre un piano operativo migliore. I vigili del fuoco sono stati coordinati adeguatamente e sono stati in grado di contenere rapidamente l’incendio.

“Il più grande vantaggio è emerso durante la ricerca di hotspot e la relativa estinzione. La distribuzione simultanea dei DJI Zenmuse XT e X4S mi ha fornito informazioni esatte su dove individuare ed eliminare gli hotspot e per quanto tempo prima di raggiungere uno stato sicuro ”, sottolinea il comandante Bulach.

droni dji
La vista dall’alto aiuta a posizionare i camion dei pompieri e i tubi flessibili
droni dji
La termocamera DJI Zenmuse XT identifica chiaramente gli hotspot rimanenti

Essere in grado di isolare ed eliminare con precisione gli hotspot, alla fine ha permesso ai vigili del fuoco di ottimizzare l’uso delle risorse idriche e del personale antincendio. Laddove i metodi tradizionali e manuali di raccolta delle informazioni avrebbero richiesto più tempo ed energia, aumentando nel contempo l’esposizione ai rischi, l’implementazione di immagini aeree efficienti attraverso l’uso della tecnologia dei droni DJI ha portato a un aumento dell’efficacia e dell’efficienza delle operazioni per il comandante Bulach e il Vigili del fuoco di Hechingen.

Con le informazioni migliorate di un drone DJI, gli equipaggi sono stati in grado di estinguere l’incendio utilizzando solo 5.000 litri di acqua miscelati con schiuma ad aria compressa, con conseguente riduzione considerevole del volume di acqua utilizzato rispetto alle recenti missioni dei Vigili del Fuoco di Hechingen che non hanno utilizzato i droni. Oltre al risparmio delle risorse ambientali necessarie per reprimere l’incendio, l’uso dei droni DJI ha anche impedito ulteriore stress fisico ai vigili del fuoco in abiti da lavoro pesanti, poiché le temperature esterne estreme presentavano un alto rischio di esaurimento e colpi di calore. Implementando l’imaging termico con approfondimenti aerei completi, i droni DJI hanno ridotto i tempi di funzionamento e l’esposizione agli elementi, consentendo agli equipaggi di rimanere vicini all’azione e lontano dal pericolo.

Leave a Reply