Ecco come sono 300.000 ore di lavoro sulla sicurezza dei dati

Qualunque sia il motivo per cui utilizzi il tuo drone, dal rilevamento alla ricerca e soccorso, al cinema o all’agricoltura, mantenere i tuoi dati al sicuro è importante. Vuoi l’autonomia di controllare chi lo fa e, forse ancora più importante, chi non ha accesso alle informazioni del tuo account, ai dati del sondaggio o a foto e video. DJI comprende l’importanza della privacy. Sebbene è stata sempre in prima linea nella sicurezza dei dati dei droni, hanno sempre lavorato duramente per migliorare ancora e i risultati parlano da soli.

Lavoriamo per fornire strumenti che aiutino le persone a vedere da nuove prospettive e ad aumentare l’efficienza nel loro lavoro. Vogliamo farti risparmiare tempo e denaro, indipendentemente dall’applicazione per cui stai utilizzando i nostri prodotti. I dati che crei e memorizzi sui nostri prodotti non sono affari nostri.

DJI progetta e costruisce hardware e software in modo che tu non debba mai condividere i tuoi dati, né con noi né con nessun altro. Non siamo una società di dati, produciamo solo droni. E con l’aggiornamento del firmware M300 V3, abbiamo reso le funzionalità apprezzate dai nostri utenti governativi più facilmente accessibili che mai sul nostro drone commerciale di punta. Dalla modalità dati locali all’archiviazione su cloud negli Stati Uniti e alla crittografia aggiornata, l’M300 è ora ancora più incentrato sulla privacy dei dati.

Rafforzare la sicurezza informatica per 15 anni

Negli ultimi 15 anni, DJI ha continuamente migliorato le nostre protezioni per la sicurezza dei dati per riflettere i compiti sempre più importanti che i nostri clienti affrontano con i nostri prodotti. Fin dai suoi primi giorni costruendo sistemi per armeggiare e hobbisti, DJI ha rafforzato i nostri sistemi con una solida crittografia, controlli dei dati e impostazioni sulla privacy per soddisfare le aspettative dei nostri clienti più esigenti. Ora, con M300 V3, abbiamo completamente ridisegnato il nostro framework di sicurezza con la privacy in prima linea.

In qualità di azienda cinese con una clientela globale, DJI comprende che la sicurezza dei nostri dati sarà esaminata dai nostri utenti e da altri. Ecco perché siamo lieti di vedere così tante valutazioni indipendenti da agenzie governative degli Stati Uniti, nonché da aziende private di sicurezza informatica rispettate, che hanno convalidato le protezioni di sicurezza nei nostri droni, payload, software e app. Queste ripetute convalide hanno smentito le affermazioni infondate su alcuni dei nostri sistemi e dimostrano che i nostri clienti hanno il controllo sui registri di volo, le foto e i video che generano con i nostri prodotti.

Nel 2020, due importanti audit indipendenti hanno convalidato la sicurezza delle piattaforme di droni di DJI. Uno studio della società di consulenza globale Booz Allen Hamilton non ha trovato prove di connessioni di trasmissione dati con DJI o altre parti inaspettate. Il rapporto inoltre non ha trovato prove di perdite di sicurezza. Nello stesso anno, FTI Consulting ha analizzato l’hardware e il software DJI, inclusa una revisione del codice sorgente delle applicazioni DJI e una revisione della sicurezza informatica hardware dei dispositivi. L’audit FTI ha rilevato che quando la modalità dati locali è stata abilitata, nessun dato generato dal drone o dall’applicazione è stato inviato esternamente all’infrastruttura gestita da terze parti, incluso DJI, convalidando le affermazioni di DJI sull’utilità e la funzione della funzione. La valutazione di FTI ha anche confermato che DJI utilizza varie migliori pratiche di sicurezza.

Questi rapporti hanno seguito le precedenti revisioni di successo delle funzionalità di sicurezza sui prodotti DJI. I nostri droni e payload hanno inoltre superato rigorosi test di:


Oltre ad aiutare a dimostrare la nostra buona fede in materia di sicurezza dei dati, anni di revisione indipendente hanno aiutato DJI a correggere i problemi dove esistevano e a trovare aree di miglioramento. Ad esempio, la recensione di Booz Allen Hamilton ha rilevato che una vecchia forma di crittografia utilizzata in alcuni droni rendeva i segnali radio locali suscettibili di intercettazione. Sebbene il drone continuasse a soddisfare gli standard del Dipartimento della Difesa, il nostro team è andato avanti e ha apportato modifiche a tutti i prodotti aziendali nuovi e futuri. Il risultato di tutto questo duro lavoro arriva sotto forma della nuova versione dell’M300.

Continuando l’impegno per la sicurezza dei dati

Sebbene i prodotti DJI siano sempre stati sicuri, non smettiamo mai di rafforzare i nostri protocolli. L’M300 aggiornato prende le funzionalità di sicurezza che in precedenza erano disponibili solo nei droni ad alta sicurezza Government Edition di DJI e le rende accessibili al pubblico. Ora puoi goderti lo stesso tipo di configurazione della sicurezza dei dati dei droni che ha appena superato più cicli di test indipendenti.

Caratteristiche principali dell’aggiornamento del firmware M300 V3

Questa versione del firmware risolve i problemi di sicurezza dei dati in ogni fase, dall’acquisizione all’archiviazione fino alla cancellazione. Fornisce opzioni per scegliere opzioni avanzate di sicurezza dei dati per missioni sensibili o per consentire alcune connessioni vantaggiose in missioni senza restrizioni di sicurezza. Ad esempio, l’aggiornamento V3 ti consente di far volare l’M300 senza accedere al tuo account DJI. Puoi anche aggiornare il firmware per il drone M300, il telecomando e il payload con una scheda microSD, così puoi rimanere offline durante gli aggiornamenti. Il firmware M300 V3 ti consente di scegliere di rinunciare a tutta la raccolta di dati sulle prestazioni anonimi o di attivarla solo parzialmente per contribuire a migliorare i prodotti futuri. Altre modalità di sicurezza della rete e crittografia a 256 bit ti consentono di sentirti al sicuro sapendo che tutti i tuoi dati personali e le immagini verranno visualizzati solo da coloro a cui scegli di trasmetterli.

Modalità dati locali

L’aggiornamento M300 V3 offre la modalità dati locali rigorosamente testata di DJI, un’opzione facile da usare che disconnette completamente l’attrezzatura da Internet, assicurando che i dati rimangano esattamente dove sono iniziati. Se la tua organizzazione sceglie di utilizzare l’archiviazione dei dati basata su cloud, l’aggiornamento M300 V3 consente l’archiviazione crittografata del registro di volo su un server AWS con sede negli Stati Uniti. (Le organizzazioni con esigenze di sicurezza di livello superiore possono continuare a utilizzare un’opzione di cloud privato per mantenere i propri dati completamente separati dall’infrastruttura DJI.) Per ulteriori informazioni sulla modalità dati locali, fare clic qui.

Crittografia AES della scheda SD

La nostra enfasi sulla sicurezza dei dati va oltre il cloud. Quando memorizzi foto, video e registri di volo su una scheda microSD, l’aggiornamento del firmware M300 V3 garantisce che ogni scheda sia protetta da un codice di sicurezza e dalla crittografia AES.

Cancella tutti i dati del dispositivo

Una volta che i tuoi dati sono stati trasferiti in modo sicuro dal drone al tuo metodo di archiviazione preferito, l’aggiornamento consente di eliminare i registri interni della tua attività dal drone, dal telecomando e persino dal carico utile H20, nonché di ripristinare completamente il tuo drone impostazioni di fabbrica. Se in passato hai ospitato i dati della tua azienda sui server DJI, li elimineremo su richiesta in qualsiasi momento. Ogni fase del processo è progettata per darti la massima autonomia possibile sui tuoi dati.

300.000 ore di lavoro dedicate alla sicurezza dei dati

Dove abbiamo preso questo numero, trecentomila ore? Per oltre 5 anni abbiamo avuto un team di 30 persone dedicato interamente al lavoro sulle funzionalità di privacy e sicurezza dei dati dei nostri prodotti, attraverso le nostre app, i nostri server, i nostri chipset e firmware. Con 30 persone che lavorano per 5 anni, supponendo che un anno abbia ~250 giorni lavorativi e un giorno lavorativo sia 9-6, 300.000 ore è una stima prudente.

Nel complesso, che tu stia pilotando l’M300 o un altro dei nostri droni, è importante sapere:

  • I tuoi dati sulla posizione non vengono mai raccolti
  • Puoi scegliere di non sincronizzare i registri di volo, le foto o i video con i servizi DJI
  • I dati del registro GPS del drone non vengono mai raccolti
  • DJI non raccoglie dati mobili
  • Le informazioni sull’esperienza dell’utente possono essere mantenute private semplicemente disattivando la raccolta dei dati

L’aggiornamento del firmware M300 V3 è il nostro sforzo più grande per offrire la massima trasparenza e flessibilità possibile ai nostri utenti. Cerchiamo sempre di migliorare i nostri prodotti e lavoriamo costantemente per mitigare qualsiasi problema di sicurezza e qualsiasi rischio per i tuoi dati.

Fare clic qui per ulteriori informazioni sull’aggiornamento del firmware V3 e qui per le note sulla patch.

Questo elemento è stato inserito in Blog e taggato .

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se disabiliti i cookie alcune funzionalità non saranno disponibili.