I gestori di terminali per serbatoi in Germania si stanno rapidamente orientando verso i droni per ispezioni economiche e affidabili dei tetti dei serbatoi. Le soluzioni di ispezione autonoma basate sull’intelligenza artificiale aiutano gli operatori a eseguire voli di ispezione in remoto, senza la necessità di piloti in loco.

Tradizionalmente, l’ispezione manuale dei serbatoi a tetto galleggiante prevede che gli operatori si arrampichino su serbatoi alti 25 metri per verificarne le condizioni. Si tratta di un’attività ad alta intensità di lavoro e rischiosa, soggetta a errori umani. Dato che i terminali dei serbatoi hanno spesso decine di questi serbatoi, le ispezioni manuali possono essere estremamente lunghe e pericolose. Ecco perché entra in gioco Energy Robotics, una piattaforma software AI per robot di ispezione autonomi.

Energy Robotics afferma che i suoi droni possono completare in soli 30 minuti quelle che normalmente sarebbero otto ore di ispezioni manuali. Controllati a distanza, grazie alle autorizzazioni BVLOS (Beyond Visual Line of Sight) dell’UE, questi droni possono effettuare voli automatizzati, eliminando la necessità che gli ispettori siano presenti sul posto. Di conseguenza, i lavoratori possono concentrarsi su compiti più critici, migliorando la loro salute e la loro longevità, evitando lo sforzo fisico delle ispezioni manuali.

Energy Robotics sottolinea che, oltre ad aumentare la sicurezza e l’efficienza operativa, la soluzione del drone è economicamente vantaggiosa e consente ai proprietari di asset di ottenere un ritorno sull’investimento entro un anno. Quando si esegue un volo automatizzato, il drone parte dalla sua docking station, vola senza l’intervento umano e raccoglie i dati di ispezione, che vengono poi caricati direttamente sul cloud per l’elaborazione dell’intelligenza artificiale.

Durante i voli, i droni acquisiscono immagini termiche e a colori ad alta risoluzione per ispezionare le guarnizioni dei tetti dei serbatoi, monitorare la presenza di acqua piovana e controllare i cavi di messa a terra. Le applicazioni di intelligenza artificiale elaborano queste immagini per fornire informazioni utili, come il rilevamento dei livelli d’acqua sul tetto. Questa tecnologia elimina la necessità per gli operatori di essere sul posto per i voli del drone, il cambio della batteria o il recupero dei dati.

La tecnologia di Energy Robotics è anche versatile e consente l’integrazione di robot a terra per ispezioni complete. Shell ha impiegato con successo una flotta mista di questi robot e droni nel suo sito più grande in Germania. “Le diverse specifiche dei singoli modelli ci offrono la flessibilità necessaria per ispezionare automaticamente molti punti”, afferma Thomas Klein, responsabile dell’innovazione digitale presso lo Shell Energy and Chemicals Park di Rheinland.

Marc Dassler, cofondatore e CEO di Energy Robotics, sottolinea l’importanza di un monitoraggio regolare per operazioni di terminal cisterna sicure ed efficienti. “Il nostro software basato sull’intelligenza artificiale consente ai droni e ai robot automatizzati di raccogliere dati di alta qualità, garantendo una manutenzione efficace delle risorse e l’efficienza operativa. La nostra soluzione per droni è pronta per le normative, con molteplici approvazioni BVLOS, rafforzando i nostri legami con le autorità tedesche e aprendo la strada a future implementazioni”.

Questo elemento è stato inserito in Blog. Aggiungilo ai segnalibri.