5 consigli per aver successo UAV in azienda in questa stagione

dji_inspire

Il clima si sta scaldando e finalmente è iniziata la semina, questo significa che molti coltivatori si rivolgeranno ai droni per la prima volta per raccogliere dati sulle colture dall’alto.

Per aiutarti a iniziare con il piede giusto, abbiamo contattato l’esperto agronomo Jim Love. Jim è il Light Robotics Manager e Herbicide Specialist presso Beck’s Hybrids. Ha aiutato i coltivatori a implementare i droni nella loro fattoria e ha imparato molto nel processo.

Ecco cinque consigli che Jim pensa che ogni professionista dovrebbe sapere prima di andare in campo con il loro drone per la prima volta.

Compra il drone giusto per il lavoro, e uno che puoi permetterti di perdere

Scegliere il drone giusto può essere complicato, ma abbiamo messo insieme le risorse per renderlo più facile. Jim consiglia di utilizzare il drone che funziona meglio per te. Non pensare di dover acquistare un sistema costoso. Se un DJI Phantom 4 Pro è in grado di acquisire i dati necessari, acquistalo. Salva te stesso i soldi e aumentare il ROI nel processo.

dji_phantom

Sfortunatamente, possono capitare incidenti. Jim ha lavorato con i coltivatori in tutto il Midwest e ha visto la sua giusta quota di incidenti con i droni nel processo. “Compra un drone che puoi permetterti di perdere”, dice Jim. Non esagerare. “Non mettersi in una posizione in cui si entra in panico ogni volta che si decolla. Uno strumento che hai paura di usare non è uno strumento molto prezioso. “Rischiare apparecchiature costose quando un modello e una fotocamera economici possono fare lo stesso lavoro non è necessario.

Inizia semplice

Devi andare carponi prima di poter camminare. Jim consiglia di pilotare il tuo drone manualmente e di familiarizzare con i comandi prima di creare una mappa del campo con DroneDeploy. Saltare dritto alla mappatura con i droni può essere difficile per il tuo primo giorno. Evita di sentirti sopraffatto dall’impegno del volo manuale prima di avviare l’app DroneDeploy e creare la tua prima mappa del campo.

Abbiamo raccolto 10 suggerimenti per creare la tua prima mappa con DroneDeploy qui.

drone_map

DroneDeploy ti aiuta a scoprire i problemi quando si verificano, in modo da poter prendere decisioni di gestione delle colture più informate durante la stagione di crescita.

Non tutte le mappe saranno preziose

Questo suggerimento può essere una sorpresa per alcuni, ma Jim vuole impostare le aspettative correttamente. “Non tutte le mappe che fai con DroneDeploy saranno d’oro”, dice Jim. Infatti, molte mappe con i droni ti diranno ciò che sai già dei tuoi campi, come le pozze d’acqua o i luoghi in cui hai trainato un carrello con il tuo trattore. Ma non scoraggiarti. Quando voli spesso, scoprirai cose che non sapevi, come aree di cattiva salute, malattie o problemi di irrigazione che emergono durante la stagione.

analisi_raccolto

Più si vola, più si conosce

Sebbene ogni mappa non fornisca intuizioni di “oro massiccio”, devi volare spesso per raccogliere i problemi quando emergono. “Più voli sopra i tuoi campi, più otterrai mappe con informazioni preziose”, dice Jim. E a differenza di altri metodi di raccolta di dati aerei, i dati dei droni sono disponibili su richiesta a un basso costo per mappa.

“La cosa bella dei costi incorporati in questo modello è che non stai spendendo 2 o 3 dollari per immagine. Quindi se ottieni una mappa senza dati preziosi, va bene. Vedi cosa succede la settimana prossima quando esci e voli di nuovo. “- Jim Love

drone_professionale_dji

Imballare sempre batterie e schede SD aggiuntive prima di uscire sul campo.

Essere preparato

Ogni volta che Jim esce sul campo, si assicura di preparare la marcia giusta. Carica i suoi dispositivi, porta più batterie dei droni e impacchetta diverse schede SD ogni volta.

Avere più schede SD è buono per un paio di motivi:

Cambiando la scheda SD ogni volta che si vola in un nuovo campo, è più facile organizzare i dati in modo efficiente, il che consente di risparmiare tempo quando si torna in ufficio o a casa per caricare ed elaborare la mappa.

Se la tua scheda SD fallisce, cosa che può succedere, vuoi essere preparato. In questo modo puoi evitare tempi di inattività e sforzi inutili sul campo.

“Ecco di cosa si tratta davvero”, dice Jim. “Aiutare i clienti a risparmiare tempo e prendere le decisioni giuste per avere successo”.

Leave a Reply